Sfruttare la massa termica per migliorare riscaldamento e raffrescamento di una casa

28 marzo 2011
Sfruttare la massa termica per migliorare riscaldamento e raffrescamento di una casa

Sfruttare la massa termica per migliorare riscaldamento e raffrescamento di una casa


Clicca per ingrandire
Massa o inerzia termica è la capacità di un materiale di assorbire calore. Ad esempio, per innalzare la temperatura di un blocco di materiale ad alta densità come il cemento, o un muro di mattoni, occorre molto calore, per cui questi vengono definiti come materiali dotati di elevata massa termica, a differenza ad esempio di materiali quali il legno. L'uso di masse termiche all'interno della proproa casa permette di ottenere notevoli vantaggi dal punto di vista del comfort climatico, riducendo i costi di riscaldamento e mantenendo la casa più fresca d'estate.

Questo non significa che sia meglio costruire una casa in cemento armato piuttosto che in legno, tutt'altro, ma solo che occorre conoscere le proprietà di ogni materiale per sfruttarle al meglio. Una grande massa termica va anche saputa sfruttare con attenzione, per non ritrovarsi ad esempio alle prese con grandi quantità di calore assorbite durante il giorno e rilasciate durante le caldi notti estive...

Per essere efficaci al meglio, le masse termiche andrebbero integrate nel design di una casa con le tecniche di riscaldamento e raffrescamento passivo, con finestre orientate nel giusto modo, la giusta quantità di ombreggiatura ed isolamento termico.

Una massa termica agisce come una batteria che invece di immagazzinare energia elettrica immagazzina calore. Durante l'estate la massa assorbe il calore, mantenendo la casa confortevole, mentre in inverno immagazzina il calore dal sole o dal riscaldamento e lo rilascia lentamente durante la notte, mantenendo la casa più calda. La massa termica però non è un sostituto di un buon isolamento, ed anzi un materiale con buona inerzia termica solitamente non è un buon isolante.

Un altro punto da considerare è che la massa termica fornisce vantaggi dove ci sia una grande differenza fra le temperature del giorno e della notte.

In inverno occorre far assorbire alla massa termica calore durante il giorno, ad esempio tramite irraggiamento solare da finestre esposte a sud, mentre in estate occorre tenerla fresca ed ombreggiata ricorrendo a tende o ad isolamento termico.

In Italia per massa termica si usa solitamente un sistema di fondamenta in cemento, ma esistono anche nuovi materiali a cambiamento di fase, che stanno offrendo ottimi risultati. Ad esempio, una tecnica consiste nell'usare migliaia di capsule di plastica riempite di cera, che si liquefà o solidifica a seconda della temperatura, e ci sono aziende che iniziano a produrre moduli e pannelli che includono materiali a cambiamento di fase.

In stanza con un buon irraggiamento solare in inverno, conviene connettere la massa termica al suolo, senza isolamento, come per esempio nel caso delle fondamenta in cemento appoggiate direttamente al suolo, ma solo in zone dove le temperature invernali non siano troppo rigide. In questo caso meglio avere pareti in mattoni con un cappotto termico esterno, o fondamenta in cemento isolate esposte al sole tramite finestre in inverno. Nel clima italiano la massa termica dovrebbe comunque essere sempre isolata all'interno dell'edificio, mentre in climi più caldi sarà meglio avere un pavimento a contatto con il suolo senza isolamento. E' importante notare che l'isolamento di una massa temrica deve essere messo solo sul lato esterno, mentre nessuno strato di isolamento dovrà essere usato all'interno.

Ovviamente per sfruttare al meglio il riscaldamento converrà avere la massa termica più vicina possibile a stufe o radiatori, così che possa assorbirne il calore e rilasciarlo lentamente, senza disperderlo all'esterno per via dell'isolamento (cappotto termico).

Allo stesso modo, è importante mantenere fresca ed ombreggiata la massa termica in estate, sfruttando verande o tende, o persiane alle finestre che non permettano al sole di scaldarla. La massa termica infatti diventa controproducente se non è ben isolata dal calore o dal freddo esterno, agendo esattamente al contrario di quanto desiderato.





comments powered by Disqus