Sesto Ricasoli: come costruire (bene) appartamenti a basso consumo

04 ottobre 2007
Sesto Ricasoli: come costruire (bene) appartamenti a basso consumo


Clicca per ingrandire

La realizzazione del Centro Residenziale Sesto Ricasoli a Sesto Fiorentino, realizzata dal Gruppo Margheri, è un ottimo esempio di costruzione ottimizzata per il risparmio energetico: si tratta di un lotto di 190 appartamenti in classe energetica A, capaci di essere riscaldati con 3 litri di gasolio all'anno per metro quadrato invece degli oltre 10 litri di gasolio necessari per riscaldare le abitazioni tradizionali.

Un risparmio notevole per i proprietari ed un vantaggio per l'ambiente e la bilancia commerciale italiana.

Ma non è tutto: il complesso prevede infatti 8 appartamenti passivi, ovvero a consumo zero: con queste premesse il complesso di Sesto Ricasoli si candida ad essere la più grande realizzazione edilizia a basso consumo d'Italia, un risultato importante per il Gruppo Margheri che ha sempre creduto nella necessità di ridurre il consumo energetico delle proprie realizzazioni.

Il risultato è dovuto a muri ed infissi di spessore rilevante e ad alta efficienza, da sistemi di generazione del calore a basso consumo e ad un innovativo sistema di ventilazione forzata con scambio termico per il recupero del calore, che consente allo stesso tempo un ambiente perfettamente salubre in casa in ogni momento ed evita le perdite di calore dovute alle altrimenti necessarie aperture di finestre per il ricambio d'aria.

“Siamo ormai abituati all’innovazione e a considerare necessario il cambiamento” ci dice l’architetto Marco Margheri, “e siamo sicuri che questa nostra scelta orientata al risparmio energetico sarà accolta con successo dal pubblico".

Il complesso edilizio di Sesto Ricasoli sarà terminato nel 2010.




comments powered by Disqus