Sistema di raccolta rifiuti Automatic Waste System

15 dicembre 2007
Sistema di raccolta rifiuti Automatic Waste System


Clicca per ingrandire

In molte città del mondo i rifiuti non sono più un problema, cassonetti, odori sgradevoli, traffico e smog (dovuti al passaggio di mezzi pesanti per il ritiro della spazzatura) sono ormai un vecchio ricordo, grazie all’introduzione di tecnologie automatizzate per la raccolta dei rifiuti.

E in Italia? I cittadini sono ancora costretti a convivere con le criticità di un sistema di raccolta tradizionale, oppressi da condizioni igienico - estetiche scarse e da tariffe eccessive rispetto alla qualità del servizio. Dall’altra parte le pubbliche amministrazioni sono alla ricerca di soluzioni innovative che coniughino efficienza e sostenibilità ambientale.

Oppent, azienda leader nei servizi di automazione, va incontro a queste nuove esigenze con Automatic Waste System, un sistema rivoluzionario di raccolta rifiuti che fa leva sul trasporto pneumatico e che porta letteralmente i rifiuti sottoterra. Un impianto all’avanguardia, in grado di contribuire alla riqualifica di centri storici e di vecchie aree residenziali, valorizzando i nuovi progetti insediativi nelle realtà urbane.

Automatic Waste System è la soluzione semplice ed efficiente per ridurre al minimo i disagi legati alla tradizionale raccolta dei rifiuti. L’utente getta la spazzatura attraverso un apposito portello; i rifiuti si depositano sopra una valvola e, una volta raggiunta una determinata quantità, passano, attraverso un’apertura, in una rete di tubazioni, all’interno delle quali sono trasportati, mediante aspirazione, fino alla centrale di raccolta. Qui i rifiuti sono compressi e stoccati in un contenitore ermeticamente chiuso che, periodicamente, viene prelevato da un automezzo. L’intero processo è controllato da sistemi elettronici che regolano le operazioni.

Il sistema deve il suo funzionamento ad alcune componenti fondamentali:

Ø Le STAZIONI di RACCOLTA, poste all’interno o all’esterno di un edificio, permettono l’introduzione dei rifiuti nell’impianto.
Ø Le VALVOLE di INTERCETTAZIONE favoriscono il passaggio dei rifiuti nelle tubazioni orizzontali sottostanti.
Ø Le TUBAZIONI collegano le stazioni di raccolta al container terminale.
Ø La CENTRALE genera il flusso d’aria necessario al trasporto.
Ø Il CONTAINER raccoglie i rifiuti al termine del ciclo di trasporto.
Ø I FILTRI depurano l’aria usata prima di immetterla nuovamente nell’atmosfera.

Automatic Waste System risponde perfettamente a criteri di eco-compatibilità ambientale, ponendosi come valido strumento di sviluppo urbano sostenibile. Esso offre notevoli vantaggi rispetto ai sistemi di raccolta tradizionali:

Ø eliminazione del lavoro manuale;
Ø minimizzazione spazi di stoccaggio e ottimizzazione della logistica;
Ø riduzione costi di raccolta;
Ø semplicità d’uso;
Ø eccellenza del servizio;
Ø diminuzione inquinamento (atmosferico e acustico);
Ø riduzione odori sgradevoli;
Ø Miglioramento della qualità della vita.

Automatic Waste System può essere installato in centri storici, nuovi centri urbani, parchi urbani e di divertimento, villaggi turistici, quartieri residenziali, poli d’interscambio, con un evidente guadagno in termini di igiene, efficienza ed estetica. Anche la raccolta differenziata viene garantita, attraverso l’installazione di più portelli, corrispondenti alle diverse tipologie di rifiuto, e allo svuotamento ad intervalli delle valvole. Da qui, la rete di tubazioni convoglia il materiale raccolto verso i container preposti.

Attualmente più di 50 nuovi quartieri stanno nascendo in Spagna, Corea, Danimarca e Francia con un sistema di raccolta rifiuti automatizzata, che permetterà loro di rendere ‘invisibile’ la spazzatura, trasportandola nel sottosuolo.

E con Oppent questa opportunità può concretizzarsi anche in Italia. I responsabili di Citylife, progetto edilizio per la riqualifica della vecchia zona fieristica milanese, hanno già manifestato il loro interesse e sembrano pronti ad investire su questa tecnologia innovativa.

Maggiori informazioni:
www.oppent.it 




comments powered by Disqus