Risparmiare energia con Incas93, sistema costruttivo per bioedilizia

10 febbraio 2010
Risparmiare energia con Incas93, sistema costruttivo per bioedilizia


Clicca per ingrandire
Incas93 è un nuovo sistema costruttivo formato da pannelli in legno lamellare nella parte esterna e uno speciale agglomerato di sughero nella parte interna, materiali accoppiati a sandwich per formare il “biopannello”.

Il sughero agglomerato è un materiale altamente isolante, non danneggia l'albero al momento dell'estrazione ed ha caratteristiche importanti per la costruzione di abitazioni ecologiche, visto che è un materiale imputrescibile, ininfiammabile e idrorepellente. La sua durata è estrema nel tempo, come dimostrano le anfore greco-romane ritrovate col tappo di sughero intatto, capaci di aver conservato dopo secoli il loro contenuto.

Il sughero ha un indice di conduttività termica pari a 0,040 W/m2K e consente al biosandwich incas93 di raggiungere un tempo di “sfasatura termica” di oltre 15 ore. I pannelli “sandwich” che compongono le pareti dell'edificio vengono montati sovrapposti in orizzontale con l'incastro tipico del “blockhaus”. Inoltre sono ancorati ai pilastri strutturali verticali, con un innovativo sistema di incastro, che fa parte del brevetto.

Il “biosandwich” ha un forte potere coibente a rilascio lento. Il pannello con l'isolamento di sughero permette all'edificio di ridurre i consumi per il riscaldamento e il condizionamento di oltre l'80-90%, rispetto alle tecniche costruttive tradizionali in muratura. Al riguardo basti semplicemente considerare che il cemento ha un indice di conduttività termica pari a 1,40 contro lo 0,040 del pannello agglomerato di sughero di incas93.

Il sistema costruttivo prevede l'utilizzo del legno lamellare nelle parti esterne, un materiale che risulta un inerte industriale trattato a difesa di agenti deterioranti e così reso imputrescibile. Il legno lamellare è costituito da una serie di liste o lame di pino o abete, unite fra loro a “controfibra”, con collanti atossici e bio. Con questo particolare incollaggio si crea una tensione di forze opposte naturalmente, tali da annullarne completamente il movimento nel tempo. Il legno lamellare forma così una struttura molto robusta e completamente ferma, con garanzie di enorme durata nel tempo, nell’ordine delle centinaia di anni.

Il legno lamellare può poi essere rivestito con tutte le tecniche a vista possibili, permettendo di scegliere un tradizionale intonaco autoportante con bio-calce traspirante ad esempio, con un risultato finale, sia per solidità che per estetica, identico a quello di una casa tradizionale in muratura.

Le caratteristiche tecniche del sistema costruttivo incas93 riguardano la forte resistenza ai carichi da neve, al vento e all’azione del fuoco. Da considerare, infine, la superiore resistenza sismica dell'edificio, dovuta al semplice fatto che, la struttura, composta da fibre naturali, sottoposta a sollecitazioni anche devastanti si flette ma non si rompe.

Dal punto di vista progettuale va sottolineato che il “biosandwich” risulta talmente poliedrico, che permette di realizzare qualsiasi tipo di forma con grande libertà di soluzioni senza limitazioni compositive per i progettisti e i costruttori. Tutti i progetti che utilizzeranno questo sistema potranno godere della certificazione “Bio” e, dal punto di vista energetico, della classificazione “A” o addirittura “passiva”.



comments powered by Disqus