Elevato isolamento delle coperture piane e tetti rovesci con RoofMate SL e RoofMate LG

15 settembre 2013
L’impermeabilizzazione dei tetti piani tradizionali è esposta a escursioni termiche quotidiane e stagionali che rischiano di comprometterne l’elasticità, e ai raggi ultravioletti che possono causarne un invecchiamento precoce. Questi eventi possono provocare danni permanenti di tipo meccanico e strutturale alle coperture.

Con l’adozione di un sistema tetto rovescio con i prodotti RoofMate e Xenergy di Dow Building Solutions, le problematiche sopraccitate vengono eliminate, poiché il sistema isolante viene posizionato al di sopra del manto di impermeabilizzazione, che rimane, così, protetto dagli agenti atmosferici. I vantaggi di un sistema a tetto rovescio sono numerosi e comprendono, oltre alla protezione del manto contro i danni meccanici, protezione dalle variazioni climatiche e invecchiamento da raggi ultravioletti, una facile messa in opera delle lastre isolanti in qualsiasi condizione climatica e l’eliminazione della barriera vapore.
       
Realizzare un tetto rovescio altamente funzionale è possibile con RoofMate SL e RoofMate LG e Xenergy, lastre isolanti di eccellente qualità caratterizzate da un elevato valore di isolamento, da una straordinaria resistenza della struttura cellulare alle azioni di gelo e disgelo, e da un trascurabile assorbimento di acqua.
       
RoofMate SL si presta all’isolamento di sistemi tetto rovescio praticabili come terrazze, non praticabili come tetti giardino, e per la ristrutturazione di tetti piani esistenti.
RoofMate LG è, invece, particolarmente indicato per isolare edifici le cui strutture non sono in grado di sopportare carichi addizionali.
       
Tra le condizioni di utilizzo più impegnative per un isolante, vi sono l’esposizione all’acqua. A tal riguardo, l’applicazione “tetto rovescio” è la situazione più severa, poiché l’isolante non è protetto dall’impermeabilizzazione. La resistenza a carico a lungo termine è, invece, essenziale per applicazioni sotto fondamenta o in pavimentazioni meccanicamente sollecitate, come tetti parcheggio, hangar per aerei ma anche, e più semplicemente, terrazzi di copertura con sensibili carichi costanti (impianti, tetti giardino con piante ad alto fusto ecc).



comments powered by Disqus