Ekoacqua, un'idea per risparmiare acqua

12 novembre 2007
Ekoacqua, un'idea per risparmiare acqua


Clicca per ingrandire

Ekoacqua, precedentemente noto come Save Water System, è un ingegnoso progetto che ci è stato presentato direttamente dall'autore, l'ingegnere Settimo Martinello. Si tratta di un sistema per riciclare facilmente e senza particolari lavori idraulici l'acqua delle docce e degli altri sanitari del bagno per essere utilizzata poi per lo scarico del WC.

Siamo tutti consapevoli dell’esistenza di un problema ambientale legato all’acqua: ciò nonostante si fa poco per limitarne lo spreco ed il cattivo uso, probabilmente a causa di consolidate abitudini casalinghe e di una mancanza di informazione su cosa e come si potrebbe fare per rispettare maggiormente questa preziosa risorsa.

Fino a qualche anno fa la sensazione comune era che l’acqua fosse una fonte inesauribile e non modificabile. Le recenti vicissitudini atmosferiche e la contemporanea maggiore consapevolezza ecologica hanno fatto comprendere come questo bene naturale debba essere utilizzato con maggiore attenzione e con rispetto. Il problema della economia d’acqua è sentito maggiormente in quelle parti d’Italia (isole in particolare) dove la carenza è storica e dove i costi di approvvigionamento sono pesanti sia sotto il profilo sociale sia economico.

Ogni giorno in Italia consumiamo, per utilizzi domestici, 200 litri d’acqua a persona.

Di questa quantità il 28 %, pari a 56 litri, viene consumato attraverso lo scarico del WC, il 36 % attraverso gli altri apparecchi sanitari del bagno (doccia, lavabo…), il restante per le attrezzature domestiche.

Ekoacqua raggiunge lo scopo di riciclare l’acqua proveniente dagli apparecchi sanitari del bagno per riutilizzarla, dopo averla depurata con sistemi esclusivamente meccanici, nell’uso dello sciacquone WC.

Il sistema prevede la raccolta dell’acqua dello scarico della doccia e del lavandino in una vasca posta sotto il piatto doccia. Quando lo sciacquone WC viene usato, la ricarica dell’acqua avviene prelevandola dalla vasca di raccolta attraverso una pompa elettrica, e contemporaneamente chiudendo, con una valvola elettrica, l’alimentazione normale dello sciacquone. In caso che l’acqua di riciclo non sia sufficiente si aprirà automaticamente la valvola e la vasca WC sarà riempita dall’acqua di circuito.

Il sistema è costituito da una vasca in plastica di altezza 12 cm, munita di sistemi meccanici di separazione dello sporco, ed una parte elettroidraulica esterna al piatto doccia per consentire la manutenzione.

Il tutto si presenta molto semplice ed efficiente, pratico da installare sia in nuove abitazioni che in caso di ristrutturazioni, e soprattutto poco costoso, così da garantire fin da subito un concreto risparmio economico.

Chi volesse maggiori informazioni scriva direttamente all'autore: settimo.martinello@4emme.it.




comments powered by Disqus