Isolanti Rockwool per case prefabbricate e case passive

19 aprile 2010
Isolanti Rockwool per case prefabbricate e case passive


Clicca per ingrandire
Cresce l'attenzione anche in Italia verso le case in legno, così come l'interesse delle aziende per la realizzazione di prodotti specifici per questa tecnologia costruttiva.

Rockwool è da sempre particolarmente attenta alle evoluzioni tecnologiche e di mercato, ed all'interno del sua catalogo offre una serie di prodotti ideali per l'isolamento termico delle case prefabbricate in legno e per le case passive.

Le ultime due realizzazioni con prodotti Rockwool sono infatti una casa passiva costruita in provincia di Sondrio ed un in fase di finitura a Porto Sant'Elpidio (nella foto). In entrambi i casi è stata scelta la lana di roccia come isolante, un materiale che garantisce standard energetici elevati abbinati a un ottimo comfort abitativo. La lana di roccia risulta essere un materiale molto indicato per la coibentazione delle case in legno, visto che grazie all’ottima conducibilità termica e all’elevata densità, offre un isolamento termico in grado di assicurare comfort abitativo sia nella stagione invernale che in quella estiva. Assicura inoltre un elevato isolamento acustico e, essendo un materiale incombustibile, garantisce sicurezza in caso di incendio.

Le due case offrono anche un'interessante spunto per quello che riguarda la posizione geografica, visto che la prima si trova in una zona di montagna e l'altra sulle rive dell'Adriatico, a dimostrazione di come sia possibile realizzare abitazioni ecologiche in legno indipendentemente dalla locazione. Assicurando allo stesso tempo protezione dal freddo invernale e dal surriscaldamento estivo.

Con una progettazione adeguata, le abitazioni in legno sono infatti in grado di adattarsi alle diverse zone climatiche, offrendo ottime performance in tutte le stagioni.

La casa passiva di Sondrio è stata classificata in Classe A+ dal CENED (si tratta di una delle prima case in Lombardia a raggiungere questo risultato), è stata inoltre sottoposta all’iter per ricevere la certificazione di Passivhaus secondo gli standard del Passivhaus Institute, mentre casa passiva nelle Marche è stata certificata come Casa Clima Gold.

Dettagli casa passiva Colda-Est (Sondrio)

Tutte le scelte progettuali, effettuate dall’Arch. Pedrini, relative all’abitazione indipendente Colda-Est con struttura in legno sono state volte al raggiungimento di specifici obiettivi: un fabbisogno energetico molto basso, un bilancio energetico il meno energivoro possibile, il massimo comfort e la miglior qualità dei materiali per la salute di coloro che abiteranno nella residenza, l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, la creazione di un edificio a zero emissioni energeticamente indipendente e infine il recupero dell’acqua piovana per l’irrigazione del giardino.

Per l’ottenimento di tali obiettivi si è scelto di utilizzare materiali di ottima qualità ad elevate prestazioni. Particolare importanza è stata riservata al loro assemblaggio e accostamento, in modo da evitare qualsiasi ponte termico.

L’unità abitativa è caratterizzata da una struttura portante in pannelli di legno a strati incrociati dello spessore di 16 cm, infissi in legno alluminio coibentati con vetri tripli ad altissime prestazioni, oscuranti esterni a lamelle in alluminio orientabili che fungono da parasole e sigillatura di tutti i punti critici per una perfetta tenuta all’aria.

L’isolamento dell’involucro è stato effettuato utilizzando pannelli in lana di roccia specifici per le diverse applicazioni, nella fattispecie 32 cm per la copertura ventilata e 24 cm per il sistema a cappotto.
Questo edificio presenta un fabbisogno energetico bassissimo; si è perciò scelto per l’eventuale riscaldamento invernale un sistema a pannelli radianti elettrici in vetro a inerzia.

L’abitazione ha l’ambizione di essere autonoma dal punto di vista energetico e, sfruttando l’ottimo soleggiamento, dispone di un impianto a pannelli fotovoltaici integrati nella copertura per la produzione di energia elettrica corrispondente al fabbisogno dell’intera abitazione. L’acqua ad uso idrico-sanitario viene riscaldata mediante 4 pannelli solari termici e viene accumulata in un boiler della capienza di 500 lt.

Maggiori informazioni: www.a-classbureau.com

Dettagli casa Ecotherm (Porto Sant'Elpidio)

La casa unifamiliare è al momento in fase di ultimazione. Il progetto, realizzato dall’Arch. Marziali (progettazione architettonica) e dall’Ing. Montanari (progettazione energetica), ha previsto l’impiego di tutte le strategie volte all’ottenimento di standard energetici di eccellenza (orientamento, iperisolamento, eliminazione di ponti termici, ventilazione forzata, ecc.). Particolare attenzione è stata posta nella progettazione della forma dell'edificio (la cui struttura portante è totalmente realizzata in legno lamellare), nell’orientamento delle stanze, delle finestre e delle superfici vetrate per sfruttare al meglio la luce del sole nei diversi periodi dell'anno. I serramenti sono inoltre caratterizzati da elevati standard prestazionali.

Per quanto concerne la parte di involucro opaco, l’isolamento della copertura è stato realizzato installando pannelli in lana di roccia a doppia densità in doppio strato dello spessore complessivo di 30 cm. Per le pareti, invece, è stata privilegiata una composizione multistrato isolata con uno spessore complessivo di 31 cm di lana di roccia a media densità. La stratigrafia si completa con una controparete in cartongesso all’interno e una lastra di cemento rinforzato all’esterno, che verrà rifinita con un intonachino.

L’unità immobiliare vanta inoltre una ventilazione meccanica controllata con recupero di calore in uscita, a cui viene fornita la minima quantità di energia attraverso una pompa di calore, totalmente alimentata da un impianto fotovoltaico.

Per ricevere la certificazione CasaClima è stato recentemente introdotto l’obbligo di verificare la tenuta all’aria dell’edificio tramite il Blower Door test: Casa Ecotherm si è sottoposta alla verifica raggiungendo un risultato molto positivo (tenuta all’aria pari a 0,57 h-1), che le ha permesso di rientrare nella Classe Gold.




comments powered by Disqus