Casa passiva: una spiegazione chiara per tutti

15 gennaio 2008
Casa passiva: una spiegazione chiara per tutti


Clicca per ingrandire

Le Case Passive sono edifici nei quali il bisogno di calore da riscaldamento e cosi ridotto che senza alcuna perdita di comfort si puo fare a meno del tradizionale sistema di riscaldamento. Chi prende una decisione a favore della Casa Passiva dimostra soprattutto di avere sensibilità rispetto ai problemi legati all'energia. Contemporaneamente è anche una decisione verso costi di funzionamento inferiori, per un'indipendenza dalla crescita
dei prezzi del mercato delle materie prime e verso un ambiente più sano.

La Casa Passiva offre molto spazio per le esigenze individuali di allestimento. Ancora pochi anni fa per utilizzare l'energia solare ci si doveva rassegnare ad accettare delle limitazioni architettoniche: una serie di sviluppi successivi in fatto di isolamento, di infissi e di aerazione hanno fatto sì che oggi l'energia solare e la libertà di allestimento non siano più in contrapposizione tra loro. Inoltre, grazie al fatto che gli investimenti sono decisamente più bassi rispetto a quelli di un sistema di riscaldamento tradizionale e grazie agli incentivi statali, il prezzo complessivo non è affatto più alto di quello di una casa tradizionale.

La Casa Passiva in dettaglio

Come gia menzionato, le Case Passive sono edifici che per tutto l'anno, rinunciando completamente a sistemi di riscaldamento tradizionali, offrono un ambiente eccezionalmente confortevole sia per abitare che per lavorare.

L'eccellente protezione del calore ed il conseguente isolamento dell'involucro dell'edificio, abbinata ad uno sfruttamento altamente efficiente dell'energia e ad una sistematica aerazione, rendono possibile la realizzazione di una casa per l'appunto "passiva". Questo comporta un fabbisogno di riscaldamento di 15 kWh/m2a o 1,5 litri di combustibile/m2a o persino meno.

Ciò corrisponde ad un miglioramento del risparmio energetico pari a +10% rispetto al fabbisogno medio considerando la durata dell'edificio. Per il raggiungimento di questi valori è assolutamente indispensabile avere un opportuno isolamento. Anche la forma dell'edificio gioca un ruolo importante: quanto più compatta è la forma dell'edificio, tanto più ridotta è la perdita di superficie.

Un netto perimetro di isolamento separa le stanze calde e fredde. Questo significa per esempio che la scala dello scantinato non si trova in casa, bensi esternamente, posizione a tal fine molto, molto più favorevole. L'involucro dell'edificio è interamente isolato da materiale isolante termico di uno spessore di circa 30 o 40 cm. A tal fine le forme ed i dettagli dell'edifico devono essere il più possibile semplici e possibilmente prive di ponti di calore.

Grazie agli speciali vetri isolanti termici tripli incassati in appositi infissi isolati, le aperture delle finestre non sono in alcun modo un punto debole nell'involucro dell'edificio.

Grazie allfelevato standard di isolamento, la perdita di calore attraverso muri, tetto e pavimento è praticamente trascurabile. Per tale motivo la perdita di calore che sorge con il naturale ricambio d'aria attraverso fessure e fughe diventa determinante. Perciò l'ermeticita del rivestimento dell'edificio è importante esattamente come un buon isolamento termico. Le grosse penetrazioni nell'involucro dell'edificio come cappe di scarico in cucina, entrate per gatti e caminetti aperti devono essere evitati.

Attraverso un perfetto isolamento termico si può pertanto fare a meno di un impianto di riscaldamento, cosa che però rende necessaria una confortevole ventilazione. A tal modo la Casa Passiva viene alimentata costantemente da aria fresca; attraverso un efficiente recupero termico il calore dei gas di scarico viene trasferito nell'affluente aria fresca. Nei giorni particolarmente freddi l'aria in entrata viene scaldata nuovamente. Questo riscaldamento successivo puo avvenire con un sistema elettrico o una piccola pompa di calore. Un ulteriore preriscaldamento dell'aria fresca, attraverso un preriscaldatore geotermico, riduce ulteriormente il bisogno di riscaldamento successivo.

Tutto il sistema di installazioni tecniche di una Casa Passiva può essere ridotto e sistemato in un apparecchio compatto della dimensione di un frigorifero. Ovvero: riscaldamento, aerazione con recupero termico ed acqua calda per un appartamento nella dimensione di un frigorifero! Le apparecchiature di aerazione in una Casa Passiva sono molto piccole, molto efficienti e silenziose. Non si possono tuttavia riscaldare e raffreddare come in un impianto di aria condizionata. La quantità di energia necessaria per questi apparecchi compatti è minima.

Errori nella costruzione o negli impianti (per esempio il raffreddamento dell'edificio attraverso la durata dell'aerazione in inverno) non possono venir corretti da questo sistema.

Un impianto termico solare puo coprire il 40-60% dell'intero fabbisogno di calore a bassa temperatura della Casa Passiva. Grazie al ridotto fabbisogno di energia residua si arriva ad ottenere un pareggio completo del fabbisogno energetico attraverso fonti di energia rinnovabili con un impianto fotovoltaico a costi assolutamente sostenibili. Impiegando elettrodomestici efficienti e lampadine a risparmio energetico il fabbisogno elettrico viene ridotto di oltre il 50% rispetto alla media, senza con questo limitare il livello di comfort. Questi apparecchi spesso non sono più costosi rispetto alla media se si considera i risparmi dei costi di elettricità.

Fonte:
Weissenseer
http://www.weissenseer.at




comments powered by Disqus