Come cercare di realizzare una casa Gold+ senza abitare a Bolzano

24 febbraio 2009
Come cercare di realizzare una casa Gold+ senza abitare a Bolzano

Come cercare di realizzare una casa Gold+ senza abitare a Bolzano

Come cercare di realizzare una casa Gold+ senza abitare a Bolzano


Clicca per ingrandire
Ho voluto realizzare una casa a basso consumo per potermi affrancare il più possibile dal gas e dal petrolio e per essere esposto il meno possibile alle speculazioni energetiche internazionali. Nel mio piccolo, senza avere la presunzione di salvare il mondo dall’inquinamento, ho cercato di concretizzare un esempio positivo.

Sono assolutamente convinto che sia meglio spendere qualcosa in più per realizzare un simile edificio per poi risparmiare notevolmente nel mantenimento dello stesso.

Trovandomi nella fortunata condizione di essere sia il committente che il progettista, ho avuto la passione e la voglia di approfondire ogni aspetto tecnico e di trovare le persone giuste per formare una squadra.

La difficoltà maggiore l’ho riscontrata nel portare avanti contemporaneamente il progetto in ogni sua parte: l’impiantistica da integrarsi con l’involucro esterno, a sua volta realizzato da manovalanze capaci e ad un costo sostenibile, e così per ogni aspetto del progetto. Un lavoro in parallelo da verificarsi in ogni dettaglio.

Alcuni suggerimenti di percorso

Chiarezza. Diffidate della frase “noi abbiamo sempre fatto così” o “tutti fanno in questo modo”. Non è assolutamente detto che quello che si è sempre fatto sia il metodo migliore anzi, proprio perché le nostre case ci costano tanto in termini di riscaldamento vuol dire che quello che si è fatto fin d’ora non è ottimo!
Semplicità delle forme dell’edificio.
Economicità delle soluzioni adottate e perfetta conoscenza degli incentivi che vengono erogati per  tali edifici.
Il territorio italiano è suddiviso in zone climatiche (da A ad F) che inquadrano a grandi linee il clima di tutta la penisola. Per edifici così performanti occorrerebbe un quadro climatico molto più dettagliato, occorrerebbe conoscere il “micro clima” della specifica area dove sorgerà il nuovo fabbricato per poter meglio valutare tutte le soluzioni tecniche.
Ditta appaltatrice. Per edifici così prestazionali le manovalanze assumono un aspetto fondamentale ed un aspetto vitale è seguire le fasi di avanzamento lavori in cantiere.

Alcuni dati tecnici:

Luogo:
Fiumana, Predappio, FC

Edificio:
Villetta unifamiliare

Residenti:
Genitori +  2 figli

Struttura:
Piano terra 100mq + 35mq soppalco (altezza minima 1,80m). Garage esterno (in legno)
Fondazione a platea
Muratura portante
Tetto in legno a due falde

Coibentazione:
Vetrocellulare  sotto fondazione
Cappotto esterno in lana di roccia
Coibentazione tetto in lana di roccia e sughero
Argilla espansa in intercapedini.

Impiantistica:
Pompa di calore aria/acqua – scambiatore termico  (aggregato compatto)
Riscaldamento a pavimento (100mq del piano terra)
3 kw fotovoltaici
Solare termico (per 4 persone)

Elettrodomestici:
Cucina con forno microonde-elettrico e piastre a induzione (no gas)
Lavatrice e lavastoviglie con ingresso acqua calda.

Consumo stimato:
6,61 Kwh/mq anno (calcolato con programma casaclima)

Avanzamento lavori:
Tutte le fasi di avanzamento lavori sono fotografate e inserite nel sito www.leonardougolini.it

Bibliografia
L’edificio passivo, Uwe Wienke , ALINEA editrice
CasaClima Vivere nel più, Norbert Lantschner, RAETIA Edition
Casa Clima in muratura massiccia Un manuale, Peter Erlacher e Ruben Erlacher, RAETIA Edition
Lo stato dell’arte nella progettazione degli edifici passivi, Giacomo Colombo, ALINEA editrice
Costruire con le balle di paglia, Barbara Jones, Aam Terra Nuova Editrice
Involucro ben temperato, Fabrizio Tucci, ALINEA editrice
Il raffrescamento passivo degli edifici in zone a clima temperato, Mario Grosso, Maggioli Editore
Progettare con il legno, Luca Berta e Marco Bovati, Maggioli Editore
Coperture a verde, Matteo Fiori e Tiziana Poli, Maggioli Editore
La piscina biologica e il giardino naturale, Anja Werner, editrice il campo
Biopiscine, Mauro Lajo e Paul Luther, sistemi editoriali Se
Casa Hi-tech, Marco Gasperetti, Apogeo
Case in legno, Nicola Brughieri, Federico Motta Editore
Legno, Ruth Slavid, Logos
Architettura Abitazioni private e natura, Dominic Bradbury, Logos
Un interessante articolo a riguardo degli edifici in clima mediterraneo:
“La casa del comfort sostenibile” L’industria dei Laterizi novembre-dicembre 2007 n°108

Materiali da costruzione e coibentazione ( Ditta Terzer, Egna, BZ )
Ditta Appaltatrice ( Angelica Costruzioni, Mercato Saraceno, FC )
Opere in legno ( Ditta Castiglioni Legnami, Castiglione RA )
Elementi in legno in arredo ( Ditta Farneti Alberto, Fiumana di Predappio, FC )
Impianto di riscaldamento ( Ditta Zannoni, Forlì, FC )
Impianti idraulici ( Ditta Termoidraulica Romagnola, Forlì, FC )
Impianti elettrici e fotovoltaici ( Ditta Antaridi Elettrotecnica, Predappio, FC )
Infissi ( Ditta Giemme, Forlì, FC )

Progettista Leonardo Ugolini
Termotecnico Gabriele Caroli
Ing. Gilberto Zoffoli
Arch. Davide Zoli

L’edificio parteciperà al concorso Klima Haus - CasaClima

Leonardo Ugolini




comments powered by Disqus