Le Ville Plus: case prefabbricate eco-sostenibili ed antisismiche

21 aprile 2009
Le Ville Plus: case prefabbricate eco-sostenibili ed antisismiche


Clicca per ingrandire
Il legno è da sempre sinonimo di eco-sostenibilità e di riciclabilità, ma anche il materiale che meglio e più facilmente unisce un’innata resistenza meccanica con la flessibilità, caratteristiche fondamentali in caso di terremoti e sismi. In occasione della Giornata Mondiale della Terra (22 aprile) sarebbe oggi insufficiente e incompleto, soprattutto dopo il disastroso terremoto in Abruzzo, parlare di “green building” ed edilizia sostenibile se non si introducesse in parallelo anche il tema dell’antisismicità delle costruzioni e della sicurezza degli edifici

Il Gruppo Polo – Le Ville Plus, fin dalla propria fondazione, ha unito tradizione e innovazione delle tecniche di costruzione in edilizia antisismica ed eco-sostenibile, utilizzando il legno per le strutture portanti delle proprie case prefabbricate con il sistema brevettato “Home Plus”: un innovativo ed esclusivo sistema che rispetta l’ambiente e garantisce la necessaria sicurezza antisismica secondo le più severe normative di legge. 

È quindi particolarmente significativo che in occasione della celebrazione della giornata mondiale della Terra, l’azienda friulana sia stata chiamata a portare la propria esperienza alla tavola rotonda sul tema della sostenibilità ambientale dal titolo "Innovazione per la sostenibilità delle imprese: da Silicon Valley all'Italia, esperienze a confronto" che vede la partecipazione di docenti e manager di aziende internazionali quali Vodafone, San Pellegrino, Henkel ed è organizzato dall’Università Roma Tre proprio il 22 aprile.

“Costruire in legno rispettando le risorse naturali e garantendo la sicurezza delle persone è da sempre il fondamento della nostra azienda; – spiega Loris Clocchiatti, Presidente del Gruppo -  una vocazione che nasce anche dalla storia del nostro territorio friulano: l’esigenza di ricostruire il Friuli dopo il sisma del ’76 è stata la spinta che ancora oggi ci fa sperimentare, sviluppare e utilizzare sistemi costruttivi innovativi, sicuri per l’uomo e per l’ambiente.”

Il sistema costruttivo di Gruppo Polo utilizza una struttura portante di travi e pilastri in legno lamellare di grossa sezione, tagliati su misura, sagomati e assemblati in cantiere mediante collegamenti ad incastro che agiscono per contatto o mediante carpenterie. Tale sistema sfrutta la flessibilità e la capacità di dissipazione di energia del legno e, allo stesso tempo, grazie all’uso di collegamenti metallici con speciali piastre e perni a scomparsa, ne abbatte la fragilità elastica garantendo la massima continuità strutturale. Si ottengono così strutture portanti a telaio con particolare resistenza sia ai carichi verticali che a quelli orizzontali, come appunto quelli generati da un sisma. Dal punto di vista meccanico, il legno è particolarmente adatto alle costruzioni antisismiche perché, rispetto al calcestruzzo, presenta una elevata resistenza anche alla trazione, elemento fondamentale durante una sollecitazione di tipo sismico.



comments powered by Disqus