Solvik di Eksjöhus , una casa prefabbricata dalla Svezia

29 aprile 2010
Solvik di Eksjöhus , una casa prefabbricata dalla Svezia

Solvik di Eksjöhus , una casa prefabbricata dalla Svezia

Solvik di Eksjöhus , una casa prefabbricata dalla Svezia


Clicca per ingrandire
Solvik di Eksjöhus è una casa prefabbricata dallo stile moderno, con tetto ad una falda ed una disposizione delle stanze pensata per ottimizzare l'esposizione solare delle zone living, visto che soprattutto nella fredda Svezia è essenziale poter sfruttare ogni raggio solare in inverno per riscaldare le stanze.

La casa è formata da due volumi ben contraddistinti, uno dei quali con tetto piatto che forma una bella terrazza accessibile dal piano superiore. Tutta la zona giorno al piano terra è racchiusa fra tre pareti dotate di ampie vetrate, ed ha un'altezza di ben 280 cm che contribuisce a dare un senso di luminosità e spaziosità.

Peccato che anche in questo caso al primo piano sia presente solamente un bagno, che pur avendo l'accesso dalla camera padronale e potendosi considerare dunque un "en suite", deve servire anche le due camerette lasciando quindi a desiderare in fatto di funzionalità e privacy soprattutto con figli grandi. In molti paesi sta diventando oramai standard avere un bagno dedicato alla camera matrimoniale, con almeno un altro bagno separato per le camere dei bambini, se non uno per camera.

La superficie totale è di 161 mq, con un'ampia lavanderia con annesso locale tecnico ed un ufficio al piano terra che al bisogno può diventare una terza cameretta.

Tutte le case prefabbricate di Eksjöhus sono fornite con una pompa di calore geotermica che produce l'acqua calda necessaria anche per il riscaldamento, ed il consumo energetico per mq all'anno di una villetta di circa 160 mq è di soli 39 kwh (nel caso di un'abitazione a Malmo), sicuramente la stessa abitazione avrebbe un consumo di molti inferiore una volta costruita in zone dal clima molto meno difficile che in Svezia.

Maggiori informazioni:
Eksjöhus
http://www.eksjohus.se





comments powered by Disqus