Attenzione al prezzo: il costo di una casa prefabbricata non è l'unica spesa da considerare!

14 agosto 2011
Attenzione al prezzo: il costo di una casa prefabbricata non è l'unica spesa da considerare!


Clicca per ingrandire
Torniamo per l'ennesima volta sull'argomento dei costi da sostenere per costruirsi una casa prefabbricata, perchè dalle molte lettere che giungono in redazione sembra che ci sia ancora molta confusione fra i lettori. Purtroppo manca un po' di chiarezza nel settore, ed il fatto che molti dei costi aggiuntivi siano dovuti a tasse e burocrazia varia non aiuta di certo, cercheremo dunque di essere chiari e sintetici con una tabellina pratica che riassuma tutti i costi aggiuntivi oltre a quello della casa vera e propria, rimandandovi anche all'articolo che avevamo scritto nell'ormai lontano 2009 (leggi l'articolo).

Occorre far notare per prima cosa che questi costi aggiuntivi non sono dovuti al fatto che si stia comprando una casa prefabbricata, ma sono dovuti per ogni tipo di abitazione, anche se costruita in edilizia tradizionale. Spesso però una casa in mattoni viene acquistata direttamente dal costruttore una volta completata, ed il prezzo pattuito include già buona parte se non tutte queste aggiunte, mentre quando si decida di farsi costruire una casa occorre computarle in aggiunta al prezzo di costruzione netto.

Facciamo un esempio concreto, di una casa prefabbricata il cui costo di costruzione sia 190.000 Euro.

IVA: l'Imposta sul Valore Aggiunto varia a seconda che si tratti della prima casa o meno. L'IVA è infatti pari al 4% per la prima casa ed al 10% per le altre abitazioni di proprietà, ed al prezzo dell'abitazione occorre quindi aggiungere 9.500 o 19.000 Euro.

Pratiche: occorre mettere in conto una cifra fra 5.000 e 10.000 Euro relativamente alla Legge 10, la licenza edilizia e l'accatastamento. Ci sono poi gli eventuali oneri di urbanizzazione, il cui imposto può variare sensibilmente ma che per l'allacciamento al sistema fognario e per la realizzazione dei marciapiedi parte da un minimo di qualche migliaio di Euro.

Platea di fondazione: anche questo è un costo estremamente variabile, perchè dipende dalla configurazione del terreno; un terreno completamente piatto avrà costi minori rispetto ad uno in forte discesa, ed il costo delle indagini geologiche va aggiunto a quello strettamente legato alla realizzazione della platea. Anche l'eventuale presenza di gas radon può incidere in modo significativo sui costi di costruzione, comportanto un maggioramento di almeno 100 Euro al mq per la sola platea.

Costo del terreno: questa è evidentemente la variabile più difficile da valutare, ma anche quella che il committente ha di solito ben chiara perchè prima di decidere la costruzione di una casa solitamente il terreno è già stato acquistato...





comments powered by Disqus