L'IVA sul terreno per una casa prefabbricata

19 agosto 2013
L'IVA sul terreno per una casa prefabbricata


Clicca per ingrandire
Acquistare un terreno per costruire la propria casa purtroppo comporta il pagamento dell'IVA al 21%, e molti lettori ci chiedono se non sia possibile trovare una soluzione per poter pagare l'IVA ridotta al 4% come nel caso dell'acquisto della prima casa. La disparità di trattamento è evidente: acquistando la propria prima casa si pagherà infatti il 4% (su casa e terreno), mentre acquistando il terreno per poi costruirsi la casa comporterà un ben maggiore esborso verso l'Erario. Una situazione scoraggiante in un mercato che ha già molti ostacoli, e che a molti sembra pensata proprio per favorire l'attuale status quo.

E' possibile in realtà aggirare questo ostacolo, ma la cosa comporta dei rischi ed una gran dose di buona volontà e fiducia da parte del costruttore: se questo infatti si accollasse l'onere dell'acquisto del terreno per poi rivenderlo una volta iniziate le opere di costruzione (con la casa nella fase "al grezzo"), l'aliquota dell'IVA sarebbe al 4% sul totale per il cliente. Non che la strada sia facilmente praticabile: con l'acquisto del terreno il costruttore si assume un rischio nel caso la vendita - per qualunque ragione - non andasse a buon fine, nel caso ad esempio il cliente cambiasse idea, non avesse i fondi necessari o per qualunque altro motivo; inoltre l'impegno economico sarebbe a carico del costruttore, e con i prezzi dei terreni in Italia non si tratta certo di un impegno da poco...

In ogni caso, questo rischio d'impresa aggiuntivo porterebbe all'aumento del prezzo finale, aumento che andrebbe probabilmente ad annullare del tutto o quasi i vantaggi dell'acquisto del terreno con IVA ridotta. Il rischio però è anche dalla parte del cliente, perchè il costruttore potrebbe trovare un altro cliente interessato all'acquisto e disposto ad offrire un prezzo maggiore.

Alla fine il problema torna sempre ad essere la carenza di terreni edificabili a prezzi ragionevoli, perchè in altri paesi dove la disponibilità è abbondante, come qui in Australia per esempio, i costi del terreno rappresentano una percentuale molto inferiore del costo totale della costruzione di una casa.



comments powered by Disqus