Tecnologia delle case in legno - Blockhaus

13 marzo 2006
Tecnologia delle case in legno - Blockhaus


Clicca per ingrandire

Il Log system (tecnologia per le case in legno blockhaus), particolarmente indicato per contesti boschivi e montani, è un sistema costruttivo economico ma lento; esso necessita di un accurato progetto esecutivo, di grandi spazi in cantiere e di un'ottima organizzazione nella selezione degli elementi.

La finitura esterna è in genere molto rustica: dato il grosso spessore delle perline e il loro colore tendenzialmente scuro, tali case risultano poco luminose; inoltre gli spazi interni sono piccoli e condizionati dalla massima lunghezza delle tavole adoperabili. Una caratteristica naturale delle tavole è la progressiva riduzione del contenuto di umidità, con il conseguente verificarsi di fenditure, torsioni e restringimenti: col passare del tempo, può rendersi necessaria la sigillatura con silicone.

Tuttavia, per il legno, queste circostanze non sono da considerate come difetti; anzi, contribuiscono a definire il carattere della casa, che ad ogni modo presenta un'eccezionale robustezza e un'ottima coibentazione interna; essendo il legno un'isolante naturale - ogni perlina contiene milioni di piccole sacche d'aria che conservano il calore d'inverno e il fresco d'estate, irradiandoli verso l'interno - si riduce la necessità di intervenire sulle pareti con prodotti quali la lana minerale.

Per ovviare ai fenomeni di espansione e ritiro tipici del legno, si sono sviluppate due metodologie costruttive: la prima è rappresentata dal sistema rigido, in cui ogni perlina è fissata ad un altra, con una vite o un chiodo; la seconda è il sistema a gravità, in cui le tavole sono solo appoggiate una sull'altra e creano una parete svincolata, nella quale tuttavia possono verificarsi anche dei distacchi notevoli quanto più alta è la parete. Per rafforzare la tenuta delle giunzioni viene talvolta inserita della gommapiuma fra tavola e tavola.

Non essendoci aria nelle pareti piene così realizzate, viene a mancare quella riserva di ossigeno che fa propagare più velocemente il fuoco; le tavole bruciano lentamente, secondo la loro natura. Gli impianti possono essere del tipo ponte semplice a vista oppure possono essere installati dietro una controparete interna.

Con questo sistema la ditta Fratelli Feltrinelli Progetti e Costruzioni  (che fa parte della holding Rubner) ha realizzato nelle Marche un villaggio a Marcelli di Numana (An), dove sono state installate - con la formula "chiavi in mano" - circa 200 case da 37 mq. Con lo stesso sistema, in più dotato di coibentazione interna, la stessa ditta ha realizzato in Val di Sole (Tn) 15 case di circa 30 mq.




comments powered by Disqus