Solar Cooling: raffrescare un'azienda con il sole

29 ottobre 2008
Solar Cooling: raffrescare un'azienda con il sole

Solar Cooling: raffrescare un'azienda con il sole

Solar Cooling: raffrescare un'azienda con il sole


Clicca per ingrandire

In Italia le aziende con impianti accumunati da spese energetiche e di gestione da capogiro, da sprechi e da emissioni di CO2 che neppur lontanamente si avvicinano agli standard stabiliti dal Protocollo di Kyoto, dovranno confrontarsi con la realtà di una riqualificazione energetica.

Attualmente la realizzazione degli edifici tiene sempre meno in considerazione il problema del condizionamento estivo con la progettazione di edifici con elevate superfici vetrate, mostrando invece maggiore sensibilità nei confronti del risparmio energetico per il riscaldamento invernale.

Salvo poi dover ricorre alla climatizzazione estiva degli ambienti per mezzo di impianti di condizionamento con macchine frigorifere a compressione alimentate ad energia elettrica, causa principale dell'aumento della domanda di potenza elettrica in estate, che, in numerosi casi, raggiunge la capacità limite delle reti. A ciò dobbiamo aggiungere l'emissione di gas ad effetto serra, che cresce con la produzione di energia o con la perdita di fluidi refrigeranti.

Un impianto di condizionamento ad energia solare sfrutta i mesi durante i quali la radiazione solare e al massimo e possiede i seguenti vantaggi:
- utilizza fluidi di lavoro innocui e rispettosi dell'ambiente, come l'acqua o le soluzioni saline;
- lavora a basse temperature d'esercizio;
- ridotto consumo elettrico (un assorbitore da 70 kW frigoriferi necessita di 0,60 kW elettrici);
- risparmio energetico;
- bassa rumorosità, assenza di vibrazioni e durata nel tempo;
- ridotti costi di manutenzione;
- installazione all'aperto e dimensioni contenute;
- parzializzazione e controllo modulare.

I numeri di un'azienda che ha adottato il Solar Cooling
Il desiderio che hanno espresso i titolari di una nota impresa tessile con stabilimenti in Italia e in Europa, motivati dalle possibilità di risparmio energetico e di usufruire delle agevolazioni fiscali irpef al 55% previste per interventi di riqualificazione, è stato quello di valutare la realizzazione di un impianto ad energia rinnovabile che ottimizzi l'efficienza energetica e al contempo garantisca il microclima ideale al mantenimento della temperatura e dell'umidità costanti nel magazzino di stoccaggio della materia prima (lana, cotone, lino, ecc.).

L'analisi dello stato attuale effettuato da un impiantista energetico registra:
1) Gas metano come fonte di energia per la climatizzazione invernale
2) Generatore di calore con bruciatore a gas bistadio come apparecchiatura per la climatizzazione invernale
3) Elettricità come fonte di energia per la climatizzazione estiva
4) Gruppo frigorifero condensato ad aria come apparecchiatura per la climatizzazione estiva
5) Aria come fluido termovettore con distribuzione tramite canalizzazioni
6) Consumi energetici riferiti al 2006 pari a:
.. energia consumata per riscaldare: 36.940 kW/h
.. energia consumata per raffrescare: 33.000 kW/h
.. spesa economica per riscaldare: 4.118 mc di gas metano per 2.471 Euro
.. spesa economica per raffrescare: 2.970 Euro
per un totale di spesa energetica che nel 2006 e stato pari a 7.088 Euro

Ad incidere pesantemente sui consumi, l'assenza di isolamento termico sulla struttura; un intervento in tal senso, che ridurrebbe di almeno il 70% il consumo energetico annuo, non e però ipotizzabile senza creare disagi all'attività lavorativa.

La soluzione impiantistica piu adeguata alle esigenze è stata individuata in un innovativo impianto di Solar Cooling che utilizza l'acqua calda prodotta dai pannelli solari per riscaldare in inverno e produrre acqua calda sanitaria e l'acqua fredda fornita per raffrescare in estate.

L'energia solare termica scalderà l'acqua destinata a riscaldare gli ambienti e a produrre ACS in un accumulo sino a 90-95 gradi. In estate, tutta l'energia alimenterà un assorbitore a bromuro di litio che trasformerà l'energia termica in energia frigorifera a 7-8 gradi. Con l'energia reflua di questo procedimento, verrà prodotta acqua calda sanitaria come richiesto dalla committenza. Il tutto continuando ad utilizzare l'impianto canalizzato esistente.

Il gruppo frigorifero ad assorbimento alimentato da collettori solari piani erogherà una potenza di 35 kW frigoriferi, con COP pari a 0,8, consentendo una drastica riduzione dei costi energetici e dei consumi di elettricità.

La funzionalità che ottimizza ancor piu la resa del sistema di Solar Cooling, adottato per questa azienda sulla superficie piana della copertura dello stabilimento, è la predisposizione di un sistema di building automation che consente il massimo rendimento dei pannelli ad ogni ora del giorno: l'eccellente risultato, uno dei primi esemplari per portata in Italia, è ottenuto con un inseguitore solare composto da 56 pannelli per un totale di 144,48 mq di collettori solari piani ad alta efficienza che "inseguono" appunto il sole, in modo da esser sempre perpendicolari ai suoi raggi. Questo accorgimento consente di aumentare il rendimento del 25-30% rispetto all'installazione fissa.

La gestione e la supervisione dell'impianto avviene da remoto e consente di analizzare la copertura solare mensile e l'efficienza dei pannelli attraverso il confronto tra l'energia richiesta e l'energia resa mensilmente. Il tutto relazionato ai dati climatici della zona.

Oltre alle semplici e ridottissime operazioni di manutenzione ordinaria indispensabile nel lungo periodo, l'attività degli impianti è costantemente monitorata per verificare l'adeguarsi del microclima ideale al mutare delle condizioni interne ed esterne al magazzino di stoccaggio.

Il BILANCIO ENERGETICO/ECONOMICO DOPO l'INTERVENTO e relativo all'anno 2007 indica i seguenti valori:
.. energia consumata per riscaldare: 26.603,75 kW/h
.. energia consumata per raffrescare: 36.954,79 kW/h
.. spesa economica per riscaldare: 1.153 mc di gas metano per 691,80 Euro
.. spesa economica per raffrescare: 0,00 Euro
per un risparmio energetico annuo pari a 6.396,20 Euro, considerando il costo dell'energia al 2007.

Con questi dati, i costi iniziali dell'impianto, comprensivi di progettazione e direzione lavori, scontati fiscalmente del 55% secondo le agevolazioni previste dalla Finanziaria 2007 e prorogate sino al 2010, si ammortizzano in 14 anni (meno considerando l'innalzamento ulteriore dei prezzi dei combustibili fossili).

Scegliere l'efficienza energetica non e piu solo una questione di cuore.

Per maggiori informazioni:
Aponia s.r.l.

www.casautonoma.eu




comments powered by Disqus