Una lampada a LED da 200 lumens per watt da Philips: il futuro è vicino

16 aprile 2013
Una lampada a LED da 200 lumens per watt da Philips: il futuro è vicino


Clicca per ingrandire
La prossima generazione di lampade a LED sarà almeno due volte più efficiente delle lampade fluorescenti attuali, almeno secondo i progetti di Philips. L'illuminazione degli ambienti è uno dei settori che consuma più energia, quasi un quinto del totale nel mondo, ed è quindi particolarmente importante lo sviluppo di nuove soluzioni che permettano di ridurre questi consumi, soprattutto perchè è relativamente facile sostituire lampadine in milioni di case piuttosto che effettuare importanti investimenti per la costruzione di centrali fotovoltaiche, giusto per fare un esempio.

Negli ultimi anni, la diffusione di lampade fluorencenti a basso consumo ha permesso di ridurre di molto i consumi, ma si tratta comunque di una tecnologia non particolarmente efficiente nel convertire elettricità in luce visibile, ed inoltre i tempi di "riscaldamento" di molte di queste lampadine ne limitano l'uso a zone della casa dove la luce rimane accesa per lunghi periodi.

Il futuro sembra oramai appannaggio della tecnologia LED, ma per adesso i prodotti in commercio non sembrano offrire grandi risparmi a parità di illuminazione, offrendo piuttosto una maggiore vita operativa come vantaggio principale ed una riduzione del calore importante in molte applicazioni (pensate ai frigoriferi).

Le cose potrebbero cambiare se Philips riuscisse a commercializzare una tipologia di lampade a LED ad alta efficienza, che potrebbero facilmente rimpiazzare gli attuali tubi fluorescenti. La maggior parte di questi ultimi produce circa 100 lumen per watt di elettricità consumato, mentre le lampade Philips arrivano a ben 200 mantenendo la colorazione della luce a livelli ottimali (3000-4000 gradi Kelvin, un colore bianco caldo). Molte delle lampade a LED ad alta efficienza sul mercato infatti sacrificano la qualità della luce per il risparmio energetico, producendo luce di terribile qualità che non si presta certo al normale utilizzo in casa o in ufficio.

Giusto per fare un esempio delpossibile risparmio energetico ottenibile se queste lampade venissero usate in una nazione come gli USA; sostituendo le attuali lampade a tubi fluorescenti, la quantità di energia risparmiata per anno sarebbe di circa 100 terawatts/h, più o meno quella prodotta da una cinquantina di centrali elettriche di medie dimensioni, pari a circa 12 miliardi di dollari all'anno.

Per chi fosse interessato ai dati di risparmio in fatto di emissioni di CO2, parliamo di quasi 60 milioni di tonnellate in meno.

Il progetto è in fase piuttosto avanzata, tanto che la commercializzazione è prevista per il 2015 per uffici ed applicazioni commerciali ed industriali, mentre a seguire verrà sviluppata una lampadina a LED per uso casalingo.



comments powered by Disqus