Finestra Sidel Supreme, un convegno all'insegna del comfort abitativo

29 ottobre 2008
Finestra Sidel Supreme, un convegno all'insegna del comfort abitativo

Finestra Sidel Supreme, un convegno all'insegna del comfort abitativo

Finestra Sidel Supreme, un convegno all'insegna del comfort abitativo


Clicca per ingrandire

Il quadro della progettazione edile si è radicalmente trasformato negli ultimi anni. Due i fenomeni basilari che hanno caratterizzato questa cambiamento: il risparmio energetico, l’attenzione del cliente finale verso la qualità della vita e il benessere abitativo.

Da qui la proposta di un incontro utile a capire come anche i serramenti concorrano a questa evoluzione e come Sidel intende raccogliere questa sfida con la finestra Supreme. Con queste parole, Antonella Damiani, responsabile comunicazione e marketing di Sidel, ha accolto gli oltre cento progettisti intervenuti al convegno organizzato il 10 ottobre 2008 presso lo stabilimento produttivo di Buonabitacolo (Sa).

CasaClima e l’influenza dei componenti finestrati
La giornata si è aperta con l’intervento dell’arch. Rodolfo Zancan, certificatore ed esperto CasaClima, che ha illustrato il binomio benessere abitativo e risparmio energetico alla luce della filosofia di CasaClima.

Con il successivo intervento si sono focalizzati ulteriormente i dettagli tecnici. La professoressa Laura Bellia, DETEC – Università di Napoli, ha esaminato il ruolo svolto dall’involucro edilizio, con particolare riferimento alle finestre e alla loro influenza sul benessere termoigrometrico e visivo.

Come scegliere in modo corretto la finestra? Non esiste una formula standard: occorre fare le opportune considerazioni energetiche sia per il riscaldamento che per il raffrescamento, così come per l’abbagliamento e il surriscaldamento prodotti dalla radiazione solare diretta, in base alla tipologia e alla localizzazione dell’edificio.

Dalla teoria alla pratica
Dopo la pausa pranzo, gli intervenuti, suddivisi in gruppi, hanno potuto visitare i reparti produttivi durante la regolare attività, osservando, con interesse e curiosità, come nasce un serramento.

Fortemente pratica, inoltre, la natura del primo intervento pomeridiano, tenuto da Antonio Caldarone, responsabile assistenza tecnica per il software TerMus di Acca Software: un esempio di moderno approccio alla progettazione termoacustica integrata.

L’ultimo contributo è stato di Vladimiro Barocco, presidente di StudioCentro Marketing e uno dei più autorevoli esperti di marketing applicato ai serramenti. L’intervento ha mostrato che clienti finali sono più avanti dei legislatori e chiedono finestre efficienti. Supreme, finestra in rovere lamellare, è stata concepita da Sidel per non lasciare spazio ai compromessi e superare le normative nazionali ancora poco ambiziose.

Supreme, oltre ad avere ottenuto le classi maggiori nei test di permeabilità all’aria, tenuta all’acqua e resistenza al carico di vento, effettuati presso l’Istituto Giordano, può raggiungere una termoisolamento Uw pari a 1,09 W/m2K, nella configurazione a due ante (risultato ottenuto presso l’istituto PFB di Rosenheim). Un valore che rende la finestra Supreme idonea alla Classe A di CasaClima.

Nelle foto:

– Un momento del discorso di benvenuto di Antonella Damiani, resp. comunicazione e marketing di Sidel

– La finestra Supreme

– Sala del convegno durante la relazione dell’arch. Rodolfo Zancan.




comments powered by Disqus