Pavimenti in laminato: Skema propone nuove linee innovative

06 agosto 2007
Pavimenti in laminato: Skema propone nuove linee innovative


Clicca per ingrandire

L’attenzione per i particolari, la ricercatezza del colore e il desiderio di innovare e crescere ha portato Skema a dar vita a nuovi decorativi per i pavimenti in laminato dalle caratteristiche particolari in grado di trasformare ed impreziosire ogni contesto e ambiente. Si amplia dunque la gamma dei decorativi delle collezioni Brio, Prestige, Facile e Make Up.

Zebrato Ghana, Zebrato Vulcan, Baltic Oak, sono questi i tre nuovi legni che vanno ad arricchire i decorativi della collezione Brio con la nuova finitura wood. Ricercati nelle tonalità e nei colori, sono caratterizzati da una particolare naturalezza grazie all’esaltazione delle venature del legno e la presenza di numerose linee marcate.

Alla collezione Brio si aggiungono altri decorativi per i pavimenti in laminato caratterizzati da un design più moderno e di tendenza che imita il metallo, come il  Metal Storm, dai toni scuri e il Red Metal, molto caldo e dallo sfumature tendenti al rosso. Il Silver Acid, invece, si distingue per lo sfondo argentato che viene ravvivato da finiture color ruggine. Infine, l’Ice Resin, lo spatolato dai toni chiari e luminosi.

Anche per la collezione Skema Prestige due i nuovi decorativi: Rovere Brown Ice e Rovere Acquamarina con finitura Wood Emotion. Per la collezione Skema Facile, invece, arriva Fiberline Sahara, Fiberline Graphite e Rovere Toscano Decapè.

Tonalità del legno che spaziano dai colori più chiari come il Doussiè Africa e l’Iroko Royal e Rovere Superior a quelli  più scuri come il Panga Panga per la collezione a doga stretta Make Up.

Una proposta sempre più ricca e articolata quella di Skema che prosegue il percorso all’insegna dell’innovazione tecnologica al fine di migliorare sempre più gli standard qualitativi, la produttività, e la flessibilità aziendale con l’intento di soddisfare le richieste di un mercato sempre più esigente.




comments powered by Disqus