Bio-caminetto Presotto, integrabile al mobile

05 agosto 2009
Bio-caminetto Presotto, integrabile al mobile


Clicca per ingrandire
Presotto è un'azienda di Maron di Brugnera, in provincia di Pordenone, particolarmente attenta a coniugare l’estetica ad un design ecosostenibile.

A partire dall’esigenza contemporanea di un ritorno al vivere sano e naturale che non perde di vista la bellezza e l’estetica dell’ambiente, Presotto Italia ha concepito il bio-caminetto integrabile perfettamente nella struttura del mobile.

Si tratta per l’appunto di una soluzione d’arredo che consente di avere un mobile attrezzato con un caminetto ecosostenibile che funziona a bioetanolo, secondo tutte le norme di sicurezza previste dalle normative vigenti.

Una proposta presentata in anteprima durante l’ultima edizione del Salone del Mobile di Milano e che per la sua funzionalità e per il suo design moderno e innovativo sta prendendo sempre più spazio nelle case degli italiani. 

Questa soluzione è facilmente adattabile ad ogni stile d’interni, adatto quindi in qualsiasi tipo di abitazione sia un appartamento sia una villa, come in un qualsiasi ambiente della casa. Un concept moderno che si adatta anche alle abitazioni più tradizionali. La sua forma è molto semplice: base metallica di acciaio inossidabile, circondata ai lati da lastre di vetro, che delimitano la fiamma viva.

Una proposta interessante anche per architetti e progettisti che hanno a cuore l’attenzione all’ambiente e allo sviluppo di soluzioni ecosostenibili, assecondando al contempo progettualità particolari, nuove, raffinate e sempre rinnovabili.

La novità  più importante sta nel fatto che il caminetto a bioetanolo non ha bisogno di canna fumaria in quanto l’emissione di anidride carbonica è pari a quella emessa da due candele. La durata della fiamma è di circa 2 ore per 1,5 litri di prodotto ed è in grado di aumentare la temperatura di una stanza di 4°-6° circa.

Come fonte di combustione Presotto, ha scelto l’ETILFLAM, indicato specificatamente per i caminetti a Bioaetanolo. L’Etilflam è ottenuto tramite processo di fermentazione naturale di diversi prodotti agricoli e forestali ricchi di zuccheri e dal potere calorifico di 7 KW/ora.

Durante la combustione, che avviene a temperature inferiori ai 400°, non si creano né fumi, né fuliggini, né odori sgradevoli e vengono rilasciati solo vapore acqueo e biossido di carbonio come durante la respirazione. Di conseguenza, l’unico elemento essenziale per il funzionamento di questo caminetto innovativo è la presenza di ossigeno, quindi il ricambio d’aria deve avvenire periodicamente attraverso particolari grate di 10-15 cm,  tracciate nel muro o nel vetro della finestra.



comments powered by Disqus