Oyster di MCZ, una tecnologia pensata per le stufe delle case passive

13 ottobre 2010
Oyster di MCZ, una tecnologia pensata per le stufe delle case passive


Clicca per ingrandire
MCZ ha sviluppato un'interessante tecnologia da applicare alle stufe pensata specificatamente per le case passive o comunque particolarmente ben isolate. Oyster, questo il nome della tecnologia a cui hanno lavorato gli ingegneri MCZ, è in grado di catturare l’aria utilizzata nella combustione direttamente dall’esterno, senza consumare l'ossigeno presente negli ambienti interni.

La tecnologia Oyster è stata pensata per rispondere perfettamente alle esigenze di riscaldamento delle case isolate (ad alta efficienza energetica) e delle case passive e viene applicata a Kaika, la stufa a pellet della linea eco-compatibile Cubo, adatta anche agli ambienti di piccole metrature grazie alle sue dimensioni ridotte. L’utilizzo di questa tecnologia evita il rischio di emissioni di fumo nell’ambiente, creando un ambiente sano e pulito. Pertanto la presenza griglie di areazione non è più necessaria eliminano di conseguenza anche i fastidiosi flussi di aria fredda. L’ambiente risulta essere più confortevole non compromettendo l’efficienza complessiva dell’impianto.



comments powered by Disqus