Arredo e Casa: ultimo week end di apertura - dettagli sul 'design del caldo'

19 febbraio 2009
Arredo e Casa: ultimo week end di apertura - dettagli sul 'design del caldo'


Clicca per ingrandire
Caloriferi di foglie di rame o oro, con microcircuiti in rame, con vernice atossica e materiali riciclabili, e ancora, corpi scaldanti che ricordano il vecchio ‘scaldino della nonna’ con cuscini in nocciole di ciliegio o il calorifero tenda: sono solo alcuni esempio della esposizione di Caldesign3, terza edizione della rassegna dal tema  ‘ecologia e risparmio energetico’.

Si tratta di 300 mq dedicati al caldo, a Malpensafiere fino al 22 febbraio. Un percorso espositivo e tecnologico, una mostra che spazia dal rispetto per la natura, con forme che rimandano direttamente a questo tema, al risparmio energetico appunto.

Tecnologie sempre più raffinate che mirano a inquinare meno l’ambiente - migliorando l’ingegneria del termoarredo si può infatti arrivare a risparmiare fino al 30% di acqua - pur mantenendo un livello altissimo di resa calorica e senza trascurare il design.

In esposizione un calorifero con un sistema di microcircuiti in rame che consumano solo 2 litri di acqua. Con i 5 mm di spessore di Klimt, termoarredo dotato internamente di questo circuito, non si trascurano comunque lusso e design, è infatti rivestito, nelle versioni più preziose, di foglie di rame o oro.

Il modello Dada è un prodotto totalmente modulare con altezze e forme personalizzabili - in marmo e metallo o in vetro e resina - per focalizzare l’attenzione sul tono emozionale, esaltando luci e colori. Dada inoltre è realizzato con una vernice atossica che non danneggia l’ambiente ed è eco-compatibile, grazie ai materiali riciclabili con i quali è costruito.

‘Si tratta di un tema oggi troppo importante per essere trascurato’ spiega Marco Logrand dello studio Grassi&Logrand (ideatore di Caldesign) - ‘anzi, insieme al design degli attuali caloriferi, l’attenzione all’ecologia rappresenta il nucleo fondamentale dello sviluppo di questo settore. Le novità sono certamente rappresentate da nuovi prodotti sempre più stravaganti ed innovativi, ma con una valenza ecologica che sta alla base delle nuove produzioni dei sistemi scaldanti’.

Ma il calorifero per Caldesign è anche, e soprattutto, un percorso artistico con vere e proprie opere d’arte attente alle esigenze.

Ad Hoc presenta allora “Arigatò”, i tre steli di acciaio simili ad un trittico di bambù – o ad un grande rigatone, se volgiamo - oppure “Qualcosa di elegante”, un termoarredo simile ad un grande panneggio. Il calorifero diventa tenda, stravolgendo il tipico concetto del calorifero da nascondere.

Ma l’evoluzione non trascura le vecchie tradizioni. In mostra infatti anche la rivisitazione del vecchio “scaldino della nonna”: si chiama “Macura”, una cornice d’acciaio che contiene un cuscino con il cuore di noccioli di ciliegio. La cornice riscalda i noccioli che emanano calore per quindici minuti creando una vera e propria oasi di tepore.

ArredoeCasa resterà aperta fino al 22 febbraio a Malpensafiere.
Ingresso 4 € nel fine settimana – gratuito nei giorni feriali.
Dal lunedì al venerdì dalle 18.00 alle 23.00
Sabato 15.00 – 23.00; Domenica: 10.00 – 20.00



comments powered by Disqus