Friuli Venezia Giulia: un modello di efficienza energetica

07 aprile 2011
Friuli Venezia Giulia: un modello di efficienza energetica


Clicca per ingrandire
L’esperienza positiva di alcuni comuni del Friuli Venezia Giulia e della regione in tema di risparmio energetico sono stati al centro della tavola rotonda “Incentivare Oggi per non pagare domani”, l’incontro che si è svolto oggi nell’ambito di Termoidraulica Clima Ecoenergie e che ha visto, tra gli altri,  la testimonianza dell’ANCI Friuli Venezia Giulia attraverso il Presidente Gianfranco Pizzolitto e il Responsabile Settore Ambiente Roberto Cappuzzo.

Nell’ambito dell’appuntamento sono state approfondite le occasioni di sviluppo del comparto conseguenti alla necessità, per le Amministrazioni Locali,  di adeguarsi ai parametri imposti dall’Unione Europea in tema di inquinamento atmosferico -che come è noto è in gran parte dovuto agli impianti di riscaldamento-, pena il pagamento di cospicue multe.

Per raggiungere gli obiettivi indicati dall’UE, molti Enti stanno promuovendo campagne d’incentivazione per favorire il rinnovo degli impianti: iniziative, queste, di grande importanza non solo sotto il profilo ambientale ma anche e soprattutto sotto il profilo dell’economia dei territori interessarti da tali politiche. In questo modo infatti i Comuni, non solo eliminano il rischio di eventuali sanzioni, ma diventano il principale “catalizzatore” per il mercato locale sostenendo sia gli installatori, sia i produttori affinché possano effettuare gli adeguamenti in un regime di tassazione agevolata.

Nel 2009 a Bruxelles è stato siglato il “Patto dei Sindaci” per il superamento degli obiettivi europei in materia di emissioni di gas serra e l’Associazione dei Comuni italiani del Friuli Venezia Giulia è impegnata su questo aspetto sia attraverso i propri Sindaci sia attraverso le numerose iniziative poste in atto per supportare le scelte che le amministrazioni devono intraprendere su questo importante tema.

Per ottenere risultati concreti in termini di risparmio energetico alcune amministrazioni del Friuli Venezia Giulia si sono avvalse di società specializzate che effettuano interventi finalizzati a migliorare l'efficienza energetica.

“I comuni che hanno utilizzato questi strumenti hanno ottenuto dei risultati positivi sia in termini di miglioramento dell’efficienza energetica, con conseguente riduzione delle emissioni nocive, sia di  contenimento dei costi - afferma  Gianfranco Pizzolitto, Presidente ANCI Friuli Venezia Giulia”.

Inoltre alcune realtà locali hanno sviluppato e attuato politiche per incentivare il  risparmio energetico: dai regolamenti comunali con incentivi o agevolazioni agli sportelli energia sino ai gruppi di acquisto.

La provincia di Udine, attraverso l’Agenzia per l’energia sviluppa e realizza interventi organici di risanamento e miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici.

Per finire la regione ha avviato un proprio protocollo di certificazione denominato VEA per la classificazione energetica degli edifici in ottemperanza al D.Lgs del 19 agosto 2005, n. 192 (Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia).

Tutte le informazioni sulla fiera:
www.senaf.it





comments powered by Disqus