Ecoincentriamoci, un convegno sull'architettura sostenibile e riqualificazione dei centri storici

25 settembre 2011
Si terrà il 13 ottobre 2011 nella Sala Regia del Palazzo dei Priori, a Viterbo, il convegno nazionale "Ecoincentriamoci. Architettura sostenibile e riqualificazione dei centri storici", organizzato dal periodico nazionale sulla sostenibilità ambientale Eco-news.

Mettere in luce e promuovere l’ecosostenibilità sia per le nuova edilizia, sia per la riqualificazione dei centri storici. Questo l’obiettivo del convegno nazionale “Ecoincentriamoci”, in programma il prossimo 13 ottobre a Viterbo, a Palazzo dei Priori. L’incontro, organizzato dal periodico bimestrale sulla sostenibilità ambientale Eco-news, “vuole porre l’attenzione sul tema ambiente/trasformazioni urbane” spiga il direttore Simonetta Badini “offrendo gli approfondimenti necessari attraverso le relazioni di specialisti di fama internazionale riguardo alle soluzioni più innovative e alle esperienze virtuose”.

Tra questi Franco Purini, e Livio De Santoli, architetti di fama internazionale, il noto sociologo Paolo De Nardis, Pucci Romano (dermatologa), Monica Cerroni, presidente di Assoambiente, Erminio Radaelli, presidente dell’Istituto nazionale bioarchitettura. Moderatrice del convegno la giornalista Ansa Elisabetta Guidobaldi, mentre il prorettore dell’Università della Tuscia Giuseppe Nascetti – presidente del comitato scientifico di Eco-news – introdurrà i temi in oggetto.

Invitati all’incontro il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, la presidente della Regione Lazio Renata Polverini, il presidente della Provincia Marcello Meroi, accolti dal sindaco di Viterbo Giulio Marini.
Durante la sessione della mattinata, Architettura sostenibile – La sfida del XXI secolo, particolare attenzione sarà data agli approcci sostenibili messi in campo dall’architettura contemporanea; saranno valutate e discusse - attraverso esperienze e testimonianze reali - le scelte  energetiche nella progettazione degli edifici contemporanei, si parlerà di risparmio energetico e delle fonti rinnovabili al servizio dell’architettura e si illustreranno le iniziative tecnico-scientifiche oggi in atto con l’obiettivo di garantire uno sviluppo industriale con minori consumi energetici e con maggiori attenzione al LCC (Life Cycle Cost). Inoltre verranno individuati i benefici socio economici dell’approccio sostenibile nelle trasformazioni urbane.

Nella sessione del pomeriggio, Eco-riqualificazione dei centri storici saranno esposti i principi della bioarchitettura e della sostenibilità energetica applicati al  recupero e alla riqualificazione dei centri storici e approfondite le possibilità e i limiti tecnici e normativi negli interventi sui tessuti storici, consolidati e/o vincolati. Si esamineranno le motivazioni che orientano la riqualificazione e il recupero dei centri storici: il riutilizzo dell’edificato esistente e la rifunzionalizzazione delle cubature in alternativa alla nuova espansione urbana e verranno analizzati i benefici economici all’interno dei centri storici recuperati.




comments powered by Disqus