Scatta da oggi l'obbligo di certificazione edilizia per le case

04 luglio 2007

Scatta oggi l’obbligo di certificazione energetica anche per i vecchi edifici immessi sul mercato immobiliare. Gia’ dal primo gennaio scorso il certificato energetico e’ una condizione indispensabile per ottenere le agevolazioni fiscali per ristrutturare edifici in funzione di una maggiore efficienza energetica, ma da oggi diventa obbligatoria anche per i vecchi edifici e per quelli superiori a 1000 metri quadrati, nel caso di compravendita.

La certificazione energetica stabilisce il livello di consumo energetico di un immobile ed e’ redatta da soggetti terzi. Le integrazioni da oggi operative consentono di evitare il possibile rinvio dell’Italia alla Corte di giustizia europea e le eventuali sanzioni economiche che ne potrebbero derivare.

L’obiettivo e’ la riduzione dei consumi di energia e delle emissioni di anidride carbonica per facilitare il raggiungimento dell’obiettivo di Kyoto.

La normativa stabilisce che gli edifici immessi nel mercato immobiliare dichiarino il proprio consumo energetico, prevedendo tempi piu’ stretti per adeguare le costruzioni a livelli di isolamento termico efficaci. La proposta e’ ambiziosa: entro il 2010 intende ridurre le dispersioni termiche nei nuovi edifici di un ulteriore 20%.

Il prossimo anno, a partire dal primo luglio, lo stesso obbligo sara’ allargato agli edifici sotto i 1000 metri quadrati, mentre dal 1* luglio 2009 l’attestato di efficienza energetica diventera’ obbligatorio anche per la compravendita del singolo appartamento.In un prossimo futuro, gli stessi annunci immobiliari potrebbero segnalare la classe di risparmio energetico degli appartamenti e degli edifici, cosi’ come gia’ accade con le classi di consumo degli elettrodomestici.




comments powered by Disqus