Trend positivo per Aertecnica: in crescita il fatturato 2007

04 settembre 2008

Risultati positivi per Aertecnica che anche nel 2007 vede crescere il fatturato, allungando il trend positivo che dura dal 2003. Positiva anche la quota di mercato, che si attesta al 37% nel settore della produzione degli impianti di aspirapolvere centralizzati. Obiettivo 2008 è un ulteriore 20% di crescita.

Aertecnica, azienda leader sul mercato italiano nella produzione di sistemi di aspirapolvere centralizzati, ha consolidato nel 2007 la propria posizione sul mercato grazie ad un incremento del fatturato complessivo rispetto al 2006. Il mercato globale del settore in Italia, in termini di fatturato, è stimato in 26 milioni di euro, di cui l’azienda detiene circa il 37%. Il resto del mercato se lo contendono frammentariamente, aziende minori, che non sono produttrici, ma si limitano alla commercializzazione e all’assemblaggio.

Aertecnica impiega nello stabilimento produttivo di Cesena 40 dipendenti, di cui 15 sono operai specializzati, 6 sono dedicati al servizio di assistenza e il resto sono impiegati nei vari dipartimenti.

L’azienda cesenate vanta la realizzazione di oltre 100.000 impianti installati sia in abitazioni private che in grandi ambienti come hotel, ospedali, cinema, teatri, uffici, ecc. dove i vantaggi dell’installazione del sistema Tubò sono apprezzati in scala ancora maggiore.

Rispetto all’aspirapolvere tradizionale Tubò è molto più silenzioso e potente, ma soprattutto garantisce maggiore pulizia e benessere all’interno dell’ambiente perché la qualità dell’aria è migliore, dal momento che acari e polveri vengono convogliati all’esterno dei luoghi in cui si vive.

Siamo soddisfatti del risultato ottenuto lo scorso anno e ci aspettiamo un risultato ancora più significativo per il 2008, afferma Alfredo Fantini, Direttore Commerciale Italia di Aertecnica. Il fatturato complessivo 2007 si attesta attorno ai 10 milioni di Euro e il nostro obiettivo per il 2008 è un ulteriore incremento, che noi speriamo essere attorno al 20%. Come confermano i dati Cresme, in un momento di forte crisi dell’edilizia, che perdura ormai da qualche anno, le richieste del mercato vanno verso prodotti ad alto valore aggiunto, tecnologicamente all’avanguardia, rispettosi dell’ambiente, con un buon rapporto qualità prezzo. Per questo le vendite di Tubò, il nostro impianto di aspirapolvere centralizzato, non solo non hanno risentito della crisi generale, ma stanno mantenendo un trend positivo.

I primi sistemi di aspirazione centralizzata hanno origine in Canada circa 50 anni fa e oggi sono molti diffusi nei paesi del Nord Europa, soprattutto in quelli scandinavi. Attualmente, la distribuzione del Sistema Aspirapolvere Centralizzato Aertecnica nel nostro Paese, avviene prevalentemente attraverso i canali distributivi del settore elettrico ed idrotermosanitario, ed è molto alta nelle regioni del nord-est, mentre la richiesta di prodotto da parte dell’utente finale risulta essere ancora modesta, ma in crescita. All’estero il mercato di riferimento per Aertecnica è la Francia, seguita da Portogallo, Polonia, Spagna e Austria.

Circa il 75% del nostro fatturato viene realizzato in Italia e il restante 25% nel resto d’Europa, continua Alfredo Fantini. In Europa il Portogallo rappresenta senza dubbio il mercato più importante. Obiettivi primari per l’anno in corso e per il futuro sono: consolidare la nostra posizione sul mercato italiano e ampliare la quota di mercato all’estero. Nel nostro paese il Veneto è la regione in cui sviluppiamo il volume di fatturato maggiore, seguito dalla Lombardia. Al terzo posto in questa classifica c’è la nostra regione, l’Emilia Romagna, seguita dal Trentino Alto Adige e dalle Marche.

Iscritta all’ANIE (Federazione Italiana Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) e all’ANGAISA (Associazione Nazionale Commercianti Articoli Idrosanitari, Climatizzazione, Pavimenti, Rivestimenti e Arredobagno), Aertecnica è l’unico produttore, al 100% italiano, certificato con sistema di gestione qualità UNI EN ISO 9001 sistema di gestione ambientale UNI EN ISO 14001 ed è attualmente presente in oltre 30 paesi nel mondo.

“Siamo orgogliosi delle certificazioni ottenute, prosegue Fantini, ma devo sottolineare con rammarico che nel mercato italiano non si dà la giusta importanza alle certificazioni aziendali e di prodotto. Nel Nord Europa invece, in particolare in Germania, Danimarca e nei Paesi Scandinavi, le certificazioni sono fondamentali, anzi indispensabili. Questo nostro vantaggio competitivo ci ha già permesso di entrare in mercati molto esigenti e selettivi come ad esempio quello danese.

Il cliente odierno è molto attento ed esigente e così come sceglie i particolari di finitura, in fase di costruzione della propria casa, ugualmente può esprimere le proprie preferenze per gli impianti di pulizia, chiedendo i sistemi che maggiormente garantiscono la qualità dell’aria, la funzionalità, il rispetto dell’ambiente, l’affidabilità e la durata nel tempo.

Infatti, conclude Fantini, per far conoscere il sistema di aspirapolvere centralizzato al cliente finale, da quest’anno Aertecnica ha dedicato investimenti considerevoli ad un’intensa campagna di comunicazione rivolta al grande pubblico, attraverso la pianificazione televisiva nelle reti Rai e Mediaset con positivi riscontri da parte dei telespettatori che hanno mostrato grande interesse e gradimento verso il nostro Tubò.”




comments powered by Disqus