Ripristinate le detrazioni per i lavori di riqualificazione energetica

02 febbraio 2009
Finalmente la notizia che aspettavamo. Il governo ha ripristinato, seppur con qualche modifica, un provvedimento che aveva in questi anni mostrato tutta la sua validità. E' stato approvato alla Camera il testo per la conversione in legge del Decreto legge contenente all'Art.29 le nuove disposizioni sulle detrazioni del 55% per gli interventi di efficienza energetica.

L'articolo è stato ricondotta ad un unico comma, il 6, la disciplina prevista nei commi da 6 a 11.

Si torna così alla situazione previgente al Decreto Legge anticrisi, che aveva cancellato con un colpo di spugna le agevolazioni sulle riqualificazioni energetiche delle abitazioni. Vengono comunque introdotte alcune novità:

- diventa automatica la detrazione senza tetti di spesa; - l'"istanza" (con silenzio-rifiuto) all'Agenzia delle Entrate, che il DL aveva imposto anche per le spese del 2008, è stata trasformata in una "comunicazione", ma solo per le spese del 2009 e 2010;
- le spese del 2009 e 2010 potranno essere detratte in cinque anni, mentre per quelle del 2008 resta la scelta da tre a dieci anni.

l nuovo comma 6 prevede che, per le spese sostenute nel 2009 e 2010, i contribuenti interessati alla detrazione del 55% (commi da 344 a 347 della Finanziaria 2007), debbano inviare apposita comunicazione all'Agenzia delle Entrate, nei termini e secondo le modalità previsti con provvedimento che l'Agenzia delle Entrate emanerà entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto anticrisi.

Il provvedimento passa ora all'esame del Senato che inizierà la discussione il 26 gennaio per approvare definitivamente la legge entro il 28 gennaio, data di scadenza del Decreto-legge.



comments powered by Disqus