La bioedilizia anche nelle chiese

28 giugno 2006
La bioedilizia anche nelle chiese


Clicca per ingrandire

Sembra che alcune parrocchie e canoniche italiane stiano prendendo in considerazione l'idea di utilizzare i criteri della bioedilizia nelle prossime ristrutturazioni. Monsignor Paolo Tarchi, direttore dell'Ufficio Nazionale CEI per i Problemi Sociali e il Lavoro, ne ha dato annuncio durante il III Forum dell'Informazione Cattolica per la Salvaguardia del Creato che si è tenuto due settimane fa a Firenze.

Una presa di posizione importante, sia per quello che riguarda l'indirizzo e la sicura influenza che per l'entità del patrimonio immobiliare della Chiesa cattolica.

L'idea di ricorrere all'aiuto della bioarchitettura viene dalla considerazione che le chiese sono edifici molto particolari, con grandi volumi e molto difficili da scaldare ed illuminare. La bioedilizia potrebbe aiutare a risparmiare preziose risorse energetiche contribuendo al benessere dell'ambiente.




comments powered by Disqus