La California vieterà le lampadine a incandescenza?

03 febbraio 2007
La California vieterà le lampadine a incandescenza?


Clicca per ingrandire

Alcuni legislatori californiani hanno presentato una proposta di legge volta a bandire le "vecchie" lampadine ad incandescenza dallo stato americano per ridurre l'utilizzo di energia elettrica e l'immissione di gas serra nell'atmosfera.

La proposta di legge, denominata "How Many Legislators Does it Take to Change a Lightbulb Act" (Legge Quanti legislatori ci vogliono per cambiare una lampadina), vieterebbe l'utilizzo delle lampadine tradizionali a partire dal 2012.

"Le lampadine ad incandescenza sono state inventate 125 anni fa" dichiara i deputato californiano Lloyd Levine, "ed in tutto questo tempo sono rimaste incredibilmente inefficienti, convertendo solo il 5% dell'energia in luce".

Se la proposta di legge passasse, la California (lo stato più popolato degli Stati Uniti) sarebbe un altro passo nella direzione della riduzione delle emissioni di gas serra, riduzione che si spera possa arrivare al 25% entro il 2020.

Al posto delle lempadine tradizionali, l'illuminazione delle case e degli uffici potrebbe far ricorso alle lampade compatte fluorescenti (dette anche a risparmio energetico), che hanno un rendimento cinque volte superiore a quelle ad incandescenza, arrivando a convertire in luce il 25% dell'energia consumata.

Il risparmio è notevole, e si ripercuote positivamente anche nelle tasche dei consumatori, visto che il risparmio in bolletta consente di ripagare con gli interessi la maggior spesa per l'acquisto delle lampadine fluorescenti.

Altrettanto importante, per la riduzione dei gas responsabili dell'effetto serra, è la provenienza dell'energia consumata dalle lampadine: continuare ad investire nei combustibili fossili significa mantenere la tendenza attuale, mentre un maggiore utilizzo dell'energia atomica permetterebbe un taglio netto nell'immissione di CO2 nell'atmosfera.




comments powered by Disqus