In Svizzera premiate le celle a combustibile innovative

07 marzo 2007

Il 1° marzo 2007, nell'ambito dell'assegnazione dello Swiss Technology Award, l'Ufficio federale Svizzero dell'energia UFE ha consegnato il premio speciale Energia 2007 alla scuola universitaria professionale di Berna. La scuola si aggiudica il premio di 10'000 franchi per aver sviluppato una pila di celle a combustibile innovativa ed economicamente conveniente.

Le celle a combustibile sono convertitori/generatori di energia che non causano né rumore né emissioni nocive durante il loro utilizzo. Inoltre, presentando un rendimento maggiore rispetto ad altre macchine termiche, consentono di ridurre il fabbisogno energetico. Gli esperti sono pertanto convinti che le tecnologie basate sulle celle a combustibile si imporranno in diversi settori della tecnica energetica. Al riguardo la ricerca e lo sviluppo dovranno però ancora fare passi avanti.

Alla scuola universitaria professionale di Berna è stata sviluppata una pila di celle a combustibile di nuova generazione IHPoS. Il componente principale è una cella a combustibile raffreddata ad aria, strutturata in modo tale che più celle singole possono essere disposte in una pila di potenza compresa tra 100 watt und 1,5 kilowatt. Eccellente è la costruzione basata su lamine di grafite perforabili che semplifica il processo di produzione riducendo i costi. Attualmente la pila di celle a combustibile IHPoS è in fase di sviluppo nell'ambito di un progetto industriale comune con la ditta CEKA AG per poter poi essere lanciata sul mercato.

Il progetto ha beneficiato del sostegno dell'Ufficio federale dell'energia UFE e dall'Agenzia per la promozione dell'innovazione CTI.




comments powered by Disqus