DuPont Titanium Technologies ha risparmiato energia per ben $100 milioni

05 marzo 2008
DuPont Titanium Technologies ha risparmiato energia per ben $100 milioni


Clicca per ingrandire

DuPont Titanium Technologies e' riuscita a tagliare il consumo di energia di circa il 30% per libbra di prodotto: con un prezzo del petrolio che oscilla intorno ai $100 al barile, cio' significa un risparmio di oltre $100 milioni.  La societa' calcola di aver risparmiato, dal 2001, l'equivalente di tre milioni di barili di petrolio.

DuPont Titanium Technologies e' il maggiore produttore mondiale di diossido di titanio (TiO2), un pigmento bianco ampiamente usato dall'industria delle vernici, delle materie plastiche e della carta per rendere i prodotti piu' bianchi, brillanti od opachi.

"Non e' poi un evento così straordinario", ha dichiarato Rick Olson, vice president e general manager di DuPont Titanium Technologies.  "Ognuno dei nostri siti in tutto il mondo cerca qualsiasi opportunita' per risparmiare l'energia.  Tutto aiuta: ogni motore, ogni valvola, giorno dopo giorno, senza fine."

Alcune modifiche sono abbastanza ovvie, come la sostituzione di vecchi motori elettrici con modelli piu' nuovi ed efficienti, altre invece sono piu' complesse.

Nelle sale di controllo degli impianti, ad esempio, nuovi hardware e software consentono agli operatori di ottenere informazioni piu' dettagliate e in tempo reale in modo da perfezionare le operazioni.  Inoltre, gli impianti sono ora dotati di tecnologie per il recupero e il riutilizzo dell'energia, come l'energia termica dal vapore.

Anche i nuovi pigmenti, il cui processo di sviluppo richiede meno energia, permettono a DuPont di risparmiare.  Nel 2007, ad esempio, e' stato lanciato un nuovo tipo di TiO2 per le vernici che sostituisce un prodotto a maggiore consumo energetico.

"Entro il 2015, prevediamo di raddoppiare la produzione di TiO2 per unita' di energia rispetto al 1991", ha affermato Olson.  "Risparmiare energia, e quindi ridurre le emissioni, e' positivo per il nostro pianeta e il nostro business.  Questo tipo di impegno rigoroso fa parte di un piano di sostenibilita' per gli impianti esistenti che verra' introdotto anche nel nuovo sito in Cina."

DuPont ha reso noto il progetto di creazione di un nuovo, sofisticato impianto di produzione del TiO2 a Dongying nella Repubblica Popolare Cinese per il quale si prevede un investimento complessivo attorno a $1 miliardo.  Una volta completato, l'impianto cinese sara' il maggiore singolo investimento di DuPont fuori dagli Stati Uniti.  Per produrre il diossido di titanio, l'impianto usera' il processo al cloruro, come gli altri impianti di DuPont, migliore, per efficienza energetica e salvaguardia dell'ambiente, del processo al solfato precedentemente utilizzato.




comments powered by Disqus