La "decrescita felice" a Carrega Ligure

08 giugno 2009
Carrega Ligure è l’ultimo piccolo paese del Piemonte al confine con la Liguria e il 19, 20 e 21 giugno si trasforma nello scenario di una grande festa lunga tre giorni e tre notti.

Il tema è la “decrescita felice”, l’idea che si possono cambiare le proprie abitudini per stare bene, per stare meglio. Carrega Ligure era un paese disabitato. 700 case e solo 80 abitanti. Oggi il sindaco ha deciso di vendere le case a 1 euro, purché vengano restaurate seguendo rigidi criteri di eco-sostenibilità. Una sfida affascinante…e non poteva esserci luogo più adatto per festeggiare la decrescita felice.

Nei vicoli, nei cortili, per le strade, nelle piazze e nelle case, ad ogni angolo di strada… ovunque laboratori pratici, spettacoli teatrali, musica, concerti, tavole rotonde, percorsi enogastronomici, degustazioni, ma anche gite ed ecoturismo.

Risparmio energetico, riduzione del consumo delle fonti di energia fossili, riduzione dell’impatto ambientale…grandi obiettivi, ma piccoli trucchi per realizzarli. Saranno tantissime le tematiche affrontate, moltissimi gli ospiti attesi (Maurizio Pallante il “padrone di casa” che presenterà in anteprima il suo nuovo libro e Beppe Grillo), le aziende, le associazioni, tutti coloro che credono che esista una strada alternativa alla modernità esasperata per vivere meglio.

Ed ecco allora tantissimi laboratori, in collaborazione con l’Università del saper fare; per imparare, per esempio, a preparare in detersivi in casa, a ridurre i consumi energetici domestici, a fare lo yogurt, il formaggio e anche il pane, a creare e coltivare “orti cittadini”.

Maggiori informazioni:
www.decrescitafelice.it



comments powered by Disqus