Haiti, i terremoti e le case prefabbricate in legno

24 ottobre 2010
Il National Geographic riporta nell'ultimo numero della versione internazionale che ad Haiti tutt'ora si continuano a costruire case con struttura e solai in cemento perchè quelle le case prefabbricate con struttura in legno sono considerate "roba da poveri".

Lo scorso 12 gennaio, un terremoto del settimo grado della scala Richter colpì lo stato centramericano con un epicentro a pochi km dalla capitale Port au Prince, uccidendo centinaia di migliaia di persone e lasciando circa un milione di haitiani senzatetto. Gli edifici distrutti furono quasi trecentomila. A poche settimane di distanza, un terremoto ancora più forte colpì il Cile, ma nonostante gli 8,8 gradi misurati per quel sisma le vittime furono solamente 500. Il fatto è che le vittime del terremoto di Haiti furono dovute non tanto ai movimenti della terra, ma al crollo degli edifici.

Il problema è stato dovuto soprattutto all'uso smodato del cemento al posto della tradizionale struttura in legno delle case, cemento usato in modo improprio evidentemente, con strutture poco elastiche e solai e tetti troppo pesanti. Il problema è che ad Haiti si sta ricostruendo esattamente allo stesso modo, esponendo la nazione al rischio di una nuova tragedia.

In una cultura che privilegia il fai da te per la costruzione di case ed edifici, appare evidente come il legno debba rappresentare il materiale d'elezione, vista la solidità e la leggerezza delle strutture che consente di realizzare. Del resto non c'è da stupirsi, visto che anche in Europa molti sono ancora i dubbi delle persone sulle case prefabbricate in legno, sulla loro solidità e sulla resistenza ai terremoti. Ed anche in Italia le immagini di case di relativa nuova costruzione distrutte per colpa di un sisma sono passate spesso sulle televisioni nazionali, senza peraltro scuotere più di tanto l'attenzione pubblica.

Costruire sostenibile significa anche adattare le tecniche a seconda delle condizioni ambientali, e certamente la resistenza ai sismi è fondamentale in una nazione come l'Italia, dove l'uso di case prefabbricate in legno è purtroppo ancora troppo basso rispetto ad altri paesi europei.



comments powered by Disqus