Confermate le detrazioni del 36% e del 55% con il Governo Monti

11 gennaio 2012
Il testo definitivo della manovra varata dal Governo Monti prevede che le detrazioni del 36% per la riqualificazione edilizia siano confermate e in particolare che le detrazioni fiscali del 55%, per gli interventi di riqualificazione energetica, siano confermate per tutto l'anno 2012.

L'art. 4 della manovra, riguardante più in generale la detrazione fiscale del 36% per tutti gli interventi di riqualificazione edilizia cita: "Nell'articolo 1, comma 48, della legge 13 dicembre 2010, n. 220, le parole "31 dicembre 2011" sono sostituite dalle seguenti: "31 dicembre 2012". La detrazione prevista dall'articolo 16-bis comma 1, lettera h), del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, come modificato dal presente articolo, si applica alle spese effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2013?.

La detrazione dall'imposta lorda ha un importo pari al 36% delle spese, fino ad un massimo di 48.000 euro per unità immobiliare.

GLI INTERVENTI SOGGETTI ALLE DETRAZIONI
Fra i diversi interventi soggetti alle detrazioni rientrano:
la manutenzione ordinaria e straordinaria, il restauro e il risanamento conservativo, e la ristrutturazione edilizia sulle parti comuni di edificio residenziale;
o la manutenzione straordinaria, il restauro e il risanamento conservativo, la ristrutturazione edilizia sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, e sulle pertinenze;
o interventi di ricostruzione o ripristino di immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi;
o interventi per la cablatura degli edifici e il contenimento dell'inquinamento acustico;
o realizzazione di opere finalizzate al risparmio energetico, con particolare riguardo all'installazione di impianti da fonti rinnovabili;
o l' adozione di misure antisismiche;
o la bonifica dall'amianto e delle opere volte ad evitare gli infortuni domestici.

Se gli interventi sono realizzati su abitazioni adibite anche all'esercizio dell'arte, della professione o dell'attività commerciale, la detrazione spettante è dimezzata.

La detrazione è cumulabile con le agevolazioni già previste su immobili vincolati (ex Dlgs 42/2004), tuttavia già ridotte nella misura del 50%.

Nel caso di vendita dell'unità immobiliare sulla quale sono stati realizzati gli interventi, la detrazione non utilizzata in tutto o in parte è trasferita, salvo diverso accordo delle parti, all'acquirente persona fisica dell'immobile, e in caso di decesso dell'avente diritto, la fruizione del beneficio fiscale si trasmette, per intero, esclusivamente all'erede che conservi la detenzione materiale e diretta del bene.

Per quanto concerne invece la detrazione del 55% essa sarà valida - alle attuali condizioni - fino al 31 Dicembre 2012 e a partire dal 1 Gennaio 2013 scenderà al 36%.

Fonte:
www.cabox.com



comments powered by Disqus