Progetto Fuoco 2008 alla Fiera di Verona

06 novembre 2007

Progetto Fuoco è la rassegna internazionale di riferimento nel mondo per il settore dell’energia prodotta dalla combustione della legna. E’ una manifestazione che si rinnova continuamente, riuscendo a mutare sempre le soluzioni espositive e la dislocazione degli stand delle aziende leader del panorama mondiale. Tutto questo produce un incremento del numero dei visitatori, che nel 2006 sono stati 65.274, giunti da 30 paesi.

Se durante la 6^ edizione, dal 24 al 27 gennaio 2008 alla Fiera di Verona, saranno in funzione oltre 220 tra caminetti e stufe, una buona parte saranno anche i prodotti delle ditte estere che considerano Progetto Fuoco l’appuntamento al quale invitare tutti gli agenti dei paesi europei per presentare le ultime novità estetiche e soprattutto funzionali, con le sempre più raffinate tecniche di combustione che evitano la dispersione nell’atmosfera di polveri nocive.

Anche a livello dei combustibili, pellets, legna e cippato, Progetto Fuoco sarà l’occasione per verificare se la “buona volontà” e le iniziative dei produttori di stufe a pellets sarà in grado di mantenere i prezzi stabili per un paio di stagioni, così da evitare speculazioni o carenze nei rifornimenti.

Una crescita continua

La crescita di questa biennale è sintetizzabile in pochi numeri. Nel 2006, su una superficie di 50.000 mq. che si annuncia in ulteriore aumento anche nel 2008, hanno esposto oltre 420 aziende provenienti da 18 paesi. E se nel 2006 i visitatori sono stati quasi il doppio rispetto ai 35.000 del 2004, è segno di un interesse crescente per il fenomeno del riscaldamento a legna: consumo in costante aumento anche in Italia da alcuni anni, al punto che sono ormai 4 milioni e mezzo di famiglie italiane a riscaldarsi in questo modo. Ogni anno si bruciano 12 milioni di tonnellate di legna, cui si sommano 3 milioni per usi industriali: ciò si traduce in 4,6 milioni di tonnellate di petrolio risparmiati, ancora troppo poco rispetto ai 195,5 milioni di tonnellate di petrolio bruciati ogni anno in Italia.

Le proposte degli  espositori

La mostra offre un panorama completo: caldaie, caminetti, stufe, termocamini, cucine a legna, termocucine, barbecues, bruciatori, silos, ma anche di accessori, rivestimenti, comignoli, materiali refrattari, strumenti di misura e controllo e macchine per produrre pellet, cippatrici, spaccalegna, sminuzzatrici, ecc.

PF- TECHNOLOGIE 

Verso i grandi impianti a biomassa

L’evoluzione di Progetto Fuoco, da tempo affermato nel campo del riscaldamento domestico, va nella direzione degli impianti di maggior potenza che utilizzano le biomasse. Ecco quindi in uno dei padiglioni principali della mostra, un’area speciale dai nuovi contenuti espositivi, nella quale saranno ospitati ditte e centri di consulenza che affronteranno i temi di questo innovativo settore. PF-TECHNOLOGIE prevede anche salette per brevi incontri e corsi di formazione realizzati da ditte e soprattutto da qualificati Enti di consulenza gratuita che si occupano di risolvere problemi di impiantistica e di diffondere programmi  di finanziamento.

Accanto ai più avanzati sistemi di produzione energetica, verranno illustrati i progetti e le realizzazioni dei Paesi più avanzati, Italia compresa.

Considerando che in Italia soltanto il 20% dell’energia proviene da fonti rinnovabili (molto al di sotto del 50% che è la media europea) sarà un’occasione unica per dimostrare la bontà dell’utilizzo di una fonte alternativa e rinnovabile quale la biomassa legnosa, presente in quantità enormi in tutta Europa.  

Tecnologie e nuovi stili in mostra,
 ma anche incontri e convegni

La mostra internazionale Progetto Fuoco ogni due anni si propone come centro mondiale di aggiornamento tecnologico e scientifico sui temi dell’energia prodotta dalla combustione della legna. Tanti anche nel 2008 gli incontri professionali curati da Associazioni, Enti e Università.

Tra i primi temi definiti, il Corso intensivo sugli strumenti di supporto alla valutazione di progetti e di servizi di fornitura calore con le biomasse, coordinato dal Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali dell’Università di Padova, e il convegno internazionale sul pellet organizzato dall’AIEL (Associazione Italiana Energia dal Legno) .  

La presenza dell’AIEL a Progetto Fuoco      

Nell’ambito della prossima edizione di Progetto Fuoco, AIEL sarà impegnata su più versanti, tutti finalizzati alla promozione e allo sviluppo sostenibile dell’impiego energetico delle biomasse legnose.

In primo luogo AIEL ha assunto l’impegno con gli organizzatori di questa manifestazione di realizzare un Convegno Internazionale sul Pellet che si svolgerà sabato 26 gennaio 2008. Sarà l’occasione per approfondire l’evoluzione del mercato internazionale di questo importante biocombustibile e di affrontare le nuove strategie per valorizzarne la qualità.

AIEL sarà impegnata inoltre ad animare una “area forum” dove le imprese del settore potranno presentare ai visitatori le innovazioni tecnologiche e di mercato.

Presso lo stand sarà organizzato un INFO POINT dove il pubblico potrà trovare pubblicazioni, brochure e materiale informativo circa la produzione e la valorizzazione energetica delle biomasse legnose, con la presenza di personale qualificato per dare ascolto e risposte alle tante domande.

Infine vi è la disponibilità di svolgere un ruolo di riferimento e supporto alle aziende associate presenti all’importante manifestazione veronese, al fine di raccogliere le istanze tecnico-economiche delle imprese impegnate nel settore Legno Energia e promuovere lo sviluppo attraverso iniziative rivolte alle pubbliche istituzioni e al grande pubblico.




comments powered by Disqus