Stand-by Block, dispositivi per il risparmio energetico

09 giugno 2009
Stand-by Block, dispositivi per il risparmio energetico


Clicca per ingrandire
Ridurre i consumi energetici nelle nostre abitazioni significa anche eliminare gli sprechi di energia elettrica dovuti alle tante apparecchiature di casa lasciate in stand-by.

Computer, televisori, lettori DVD: sono tutti componenti che, anche da spenti, continuano a consumare parecchia energia, soprattutto alcuni televisori al plasma o LCD.

Per eliminare questi sprechi, esistono sul mercato alcuni prodotti come gli Stand-by Block, dispositivi per il risparmio energetico che effettuano la disconnessione automatica dalla rete elettrica di apparecchiature audio/video, PC, ecc.
 
Ecoama commercializza tre versioni del suo Stand-by Block:

Stand-By Block TV - Versione Audio Video con sensore interno da posizionare di fianco al televisore
Stand-By Block AV - con Master e Slave e sensore remoto per postazioni audio-video
Stand-By Block PC - con Master e Slave e pulsante remoto per postazioni PC e multimediali
 
Questi prodotti nascono dall'esperienza di precedenti versioni, prodotte e commercializzate con altri marchi. A differenza dei precedenti, i nuovi Stand-By Block sono gestiti da un microcontrollore e non richiedono alcun intervento di taratura da parte dell'utente.

Hanno un ampio range di taratura, da 0 a circa 150 W , con una sensibilità molto elevata, quindi in grado di autotaratura in ogni condizione di carico. Altri prodotti comparsi recentemente sul mercato  hanno range di taratura e sensibilità molto bassa che di fatto rende difficile, se non impossibile, la taratura quando il valore di assorbimento in stand-by è vicino al valore di assorbimento a pieno carico (caso di decoder, dvd o piccoli apperecchi compatti AudioVideo).

Inoltre una caratteristica molto importante di questi dispositivi è il proprio assorbimento in stand-by, che non supera gli 0,3 Watt.



comments powered by Disqus