Come usare meno il condizionatore e risparmiare energia

20 luglio 2012
Come usare meno il condizionatore e risparmiare energia


Clicca per ingrandire
L'uso indiscriminato dei condizionatori nelle abitazioni è una tendenza recente, dovuta ad un cambiamento delle abitudini, alla ricerca di maggiore comfort ma anche alla perdita di usanze ed alla modifica di comportamenti che permettevano di vivere decentemente anche senza l'odioso ronzio dell'aria condizionata ventiquattro ore su ventiquattro.

Tende alle finestre

Un tempo le tende retraibili all'esterno delle finestre erano comuni sia per le case che per uffici o grandi alberghi. Adesso sembra che questo efficace sistema di raffrescamento sia quasi da evitare a tutti i costi, nonostante l'indubbia praticità ed economicità. Tende retraibili ad ombreggiare le pareti e le finestre sui lati sud e sud ovest di una casa possono migliorare sensibilmente la temperatura interna durante l'estate, ed uno studio del Dipartimento dell'Energia americano, riportato dal Washington Post, afferma che sia possibile diminuire l'aumento di calore del 65% per le finestre esposte a sud e di ben il 77% per le finestre esposte a ovest. Il tutto con una spesa contenuta e senza consumare un briciolo di energia.

Alberi per ombreggiare

Chi disponesse di un giardino sul lato sud o ovest potrebbe piantare uno o più alberi ad alcuni metri dalla facciata, godendo così dell'ombreggiamento naturale e del raffrescamento fornito durante i mesi caldi. In inverno la caduta delle foglie consentirà ai raggi del sole di scaldare comunque la casa.

Ventilatori da soffitto


Eleganti e funzionali, i ventilatori da soffitto possono migliorare di molto la qualità dell'aria all'interno di una casa riducendo i costi di condizionamento e riscaldamento. Scegliete unità che possano funzionare anche ad un basso numero di giri, movimentando l'aria senza infastidire.

Ventilare la soffitta

Ventilare la soffitta o il sottotetto può essere facilmente uttenuto con estrattori eolici (nella foto) o alimentati da un piccolo pannello fotovoltaico. Questi permettono di estrarre l'aria surriscaldata dal sottotetto a fine giornata, quando la temperatura esterna cala ma il calore accumulato dall'edificio rende quella interna ancora insopportabile.

Meno lasagne, più insalate fredde

Sembrerà un'ovvietà, ma cucinare usando molto i fornelli o il forno contribuisce pesantemente ad aumentare la temperatura interna d'estate. Potendo, meglio un'insalata fredda di una lasagna bollente... Oltre ai fornelli sono ovviamente frigoriferi ed altri elettrodomestici a scaldare la casa, ed un frigorifero con vecchie guarnizioni può aumentare di molto i consumi ad aggiungere un bel po' di calore alla cucina.

Isolamento, isolamento, isolamento

Insomma, climatizzare una casa è un po' come mettersi a dieta: invece che bilanciare cibo e consumo calorico, occorre un bilanciamento fra calore generato e calore acquistato dall'esterno. E' evidente che alla base di tutto rimane la necessità di avere una casa con un ottimo isolamento termico, infissi di qualità con doppi vetri ed una particolare attenzione ad eliminare spifferi di ogni tipo.




comments powered by Disqus