La campagna 'Energia sostenibile per l'Europa' in Italia

16 gennaio 2008
La campagna 'Energia sostenibile per l'Europa' in Italia


Clicca per ingrandire

Il consumo di energia è in costante aumento in Europa, determinando l’incremento della dipendenza energetica e pregiudicando la sicurezza dell’approvvigionamento. Il maggiore utilizzo dei combustibili fossili, inoltre, ha un impatto negativo sull’ambiente e non ci sono dubbi ormai sull’urgenza di ridurre le emissioni dei gas ad effetto serra responsabili del cambiamento climatico in atto.

Nel novembre 2005 la Commissione Europea ha lanciato la campagna “Energia Sostenibile per l’Europa” (Sustainable Energy for Europe - SEE) con l’obiettivo di promuovere una produzione ed un utilizzo più intelligenti dell’energia. La Campagna SEE tende anche a promuovere un migliore stile di vita, a stimolare lo sviluppo economico, a creare posti di lavoro e a migliorare in generale la competitività dell'industria europea sui mercati mondiali. L’attuazione della Campagna costituisce un valido supporto alle azioni che i paesi dell’Unione Europea metteranno in atto per il raggiungimento degli obiettivi fissati al 2020 in termini di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, di maggiore efficienza energetica e di maggiore utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, senza dimenticare gli obiettivi più a breve termine inerenti l’attuazione del Protocollo di Kyoto.

Nel corso del 2006, e su invito della Commissione Europea, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare è divenuto uno degli Associati della Campagna SEE e funge oggi da focal point a livello nazionale.

Con la Campagna SEE, il Ministero intende contribuire ad attuare la sostenibilità a livello locale come dimostrazione visibile del cambio di politica energetica e ambientale. I principali obiettivi della Campagna SEE in Italia sono:
- attivare partnership concrete nelle aree della Campagna, iniziando da quelle relative alle Comunità Sostenibili, ai Trasporti e alla Promozione e Comunicazione;
- evidenziare e diffondere le migliori pratiche come parametri di riferimento per progetti sostenibili;
- dimostrare che è ora il momento per tutti gli attori coinvolti (settore pubblico e privato, ricerca, settore industriale, decisori politici, media, ecc.) di adottare nuove strategie di lavoro, di comunicazione e di formazione per un futuro più sostenibile.

Nel corso della prima edizione della Settimana europea dell’energia sostenibile (EUSEW 2007), il Ministero e la Commissione hanno presentato la loro strategia congiunta finalizzata a gestire l’azione europea a livello nazionale attraverso l’attuazione della Campagna SEE nel nostro paese.

Obiettivo del Ministero è quello di esplorare le diverse aree della Campagna attraverso nuove ed innovative partnership su tutto il territorio nazionale e, allo stesso tempo, collaborare concretamente affinché gli obiettivi fissati nelle partnership già attivate vengano raggiunti con successo. Dopo le prime 16 partnership presentate a EUSEW 2007, il Ministero ha presentato, nel corso della seconda edizione della Settimana europea dell’energia sostenibile (EUSEW 2008, Bruxelles, 28 gennaio - 1 febbraio 2008) ulteriori 38 partnership attivate sul territorio portando a 54 il totale delle iniziative attualmente presenti nel nostro Paese nell’ambito dell’attuazione della campagna SEE.

Il tema dell’energia sostenibile nel settore dell’edilizia risulta, ovviamente, trasversale agli obiettivi sopra richiamati e in particolare nel nostro Paese sta assumendo un ruolo trainante all’interno della Campagna.

Circa il 45% delle partnership attivate ad oggi tratta, direttamente o indirettamente, il tema della sostenibilità nel settore dell’edilizia nelle sue diverse forme: progetti dimostrativi nel settore delle nuove costruzioni; studi di fattibilità per progetti relativi alla diffusione di edifici “a zero emissioni”; analisi e strumenti per la diffusione di materiali eco-sostenibili; iniziative di promozione e divulgazione. Obiettivo comune di tutte queste iniziative è quello di aumentare la consapevolezza del ruolo strategico che l’edilizia sostenibile può svolgere nel nostro Paese presentando le migliori pratiche come indicatori della sostenibilità energetica.

Un riferimento particolare è d’obbligo per lo standard CasaClima che ha fatto, e sta ancora facendo scuola nel nostro Paese. In particolare, con le partnership già attivate con la Provincia di Bolzano, la Fiera di Bolzano e l’Agenzia Provinciale per l’Energia (APE) di Udine, la campagna SEE intende valorizzare al massimo i benefici derivanti dall’adozione dello standard CasaClima in Italia.

Con la Provincia di Bolzano si è messo a punto un sistema di monitoraggio energetico per il nuovo quartiere Casanova in costruzione nella città di Bolzano e con l’APE di Udine un programma di lavoro per sostenere l’impegno preso dall’Agenzia per trasferire nella Regione Friuli Venezia Giulia lo standard di riferimento di CasaClima. Con la Fiera di Bolzano, infine, si definirà un percorso di lavoro comune al fine di promuovere le diverse iniziative che ogni anno vengono organizzate nell’ambito di KlimaHouse all’interno della campagna SEE e, viceversa, promuovere le iniziative di settore presenti nella campagna SEE nell’ambito della principale fiera presente in Italia dedicata ai settori dell’efficienza energetica nell’edilizia e dell’edilizia sostenibile.

Per maggiori informazioni sulla campagna SEE in Italia e sulle partnership dedicate al settore dell’edilizia sostenibile: www.campagnaSEEitalia.it




comments powered by Disqus