Bioetanolo: una fonte di energia rinnovabile

25 luglio 2006
Bioetanolo: una fonte di energia rinnovabile


Clicca per ingrandire

I biocarburanti si sono presto messi in evidenza durante le ricerche per fonti di energia rinnovabili: i biocarburanti non sono di origine fossile e sono ottenuti dalla lavorazione di prodotti agricoli, riducendo a zero di fatto l'introduzione di CO2 nell'atmosfera ed eliminando quasi completamente le sostanze inquinanti prodotte dalla cmpbustione.

I biocarburanti in forma liquida sono stati pensati soprattutto per l'utilizzo nei veicoli, in primis nelle automobili. Allo stato attuale, i principali prodotti sono il biodiesel (ottenuto da olii vegetali, tipicamente di girasole) ed il bioetanolo.

Il bioetanolo è un carburante pulito e facilmente utilizzabile nei motori a combustione interna in tre diversi modi:

1) bioetanolo puro al 95%, con una componente acquosa, può essere usato direttamente come sostituto della benzina in automobili con motori modificati appositamente.

2) bioetanolo puro al 99%, senza tracce di acqua, può essere mischiato alla benzina in proporzione fra il 5 e l'85% (E85). Il bioetanolo in soluzione al 5% può essere usato senza bisogno di modifiche ai motori, mentre maggiori quantità richiedono delle modifiche.

3) il bioetanolo può essere usato per produrre l'ETBE, un additivo utilizzato per la benzina.

Il bioetanolo è ottenuto dalla fermentazione di grano, granturco, canna da zucchero, barbabietole da zucchero ed anche direttamente dalla cellulosa, sebbene questo procedimento sia ancora in fase di studio. Le sostanze zuccherine delle piante, una volta fermentate e distillate, producono questo alcool rettificato denominato bioetanolo, un prodotto dunque naturale come... la grappa!




comments powered by Disqus