Cento km con un litro per la Volkswagen XL1

04 marzo 2012
Cento km con un litro per la Volkswagen XL1


Clicca per ingrandire
Onore al merito di Volkswagen: non solo la "normale" Polo diesel si conferma come in grado di consumare meno carburante delle vetture ibride sul mercato (costando anche molto meno), ma la casa tedesca sembra decisa a colmare un gap proprio nel settore delle auto ibride che fino ad ora ci aveva lasciato spesso sconcertati, mettendo in produzione una vettura ibrida spinta da un propulsore diesel di piccola cilindrata abbinato ad un motore elettrico.

La Volkswagen XL1 è solamente un prototipo, ma la sua messa in produzione di serie è stata annunciata per il 2013, e le prestazioni dichiarate in fatto di consumi sono entusiasmanti, con meno di un litro di gasolio necessario per percorrere cento km. Il piccolo motore bicilindrico diesel da 800cc, capace di erogare 48 CV di potenza massima e 120 Nm di coppia, è assistito da un motore elettrico da 27 CV, ed è in grado di assicurare questo livello di consumi grazie anche ad un peso totale della vettura estremamente ridotto.

Non è un mistero infatti che gli enormi miglioramenti tecnologici nel settore dei propulsori degli ultimi vent'anni siano stati quasi del tutto assorbiti da un proporzionale aumento del peso delle automobili, dovuto principalmente ad una ben diversa concezione della sicurezza di un'autovettura. Il peso purtroppo è proprio uno dei fattori che incide maggiormente sui consumi, e barre di rinforzo agli sportelli, cellule in acciaio ad alta sicurezza, un numero sempre maggiore di airbag o i vari dispositivi elettronici a bordo hanno fatto sì che il peso medio di un'auto in tutti i segmenti sia aumentato in modo notevole, annullando in pratica la riduzione dei consumi permessa dai nuovi motori più efficienti.

I soli 795 kg della VW XL1 sono stati ottenuti utilizzando la fibra di carbonio per la costruzione, materiale ancora molto costoso il cui utilizzo è limitato a componenti di ipercar dal costo proibitivo. Proprio il carbonio ad esempio è stato usato per ridurre i consumi dell'ultimo jet della Boeing, e sarà interessante capire quanto potrà incidere sul prezzo finale di un'autovettura di serie.




comments powered by Disqus