Crescono i consumi di energia in Svizzera, record nel 2008

22 giugno 2009
Crescono i consumi di energia in Svizzera, record nel 2008


Clicca per ingrandire
Nel 2008, la Svizzera ha registrato un record di consumo energetico. Il consumo globale di energia è aumentato del 4,1 % rispetto all'anno precedente, raggiungendo un nuovo livello record di consumo pari a 900'040 terajoule. Determinanti per questo aumento sono stati le temperature notevolmente più rigide durante la stagione invernale, lo sviluppo economico positivo e la continua crescita demografica.

Nel 2008, con 900`040 terajoule (TJ), il consumo finale di energia in Svizzera è aumentato del 4,1% rispetto all'anno precedente (2007: 864`900 TJ). L'ultimo record di consumo energetico era stato registrato nel 2005 con 892'800 TJ. Durante i due anni precedenti, si era delineata una tendenza alla contrazione (2006: -0,5%, 2007: -2,7%); mentre l'aumento del 2008 si situa sui livelli riscontrati per l'ultima volta nel 1991 (+4,7%). Inoltre, si è constatato un aumento del consumo finale di energia sia nel settore dei combustibili che in quello dei carburanti e dell`elettricità. Soltanto il consumo di carbone, che rappresenta già di per sé una quota esigua nel consumo globale di energia, è diminuito dello 0,7 %.

I combustibili quali l'olio da riscaldamento extra leggero (+5,1%) e il gas naturale (+6,1%) hanno registrato un incremento complessivo pari a quello rilevato nel settore dei carburanti (+3,2%). Particolarmente forte è stato l'incremento del consumo del diesel (+10%) e dei carburanti per aviazione (+6,9%), mentre il consumo di benzina è diminuito leggermente (-2,2%). La tendenza a sostituire la benzina con il diesel continua pertanto il suo corso.

Il consumo di elettricità ha registrato un aumento del 2,3%. È inoltre aumentato notevolmente il consumo di legna da ardere (+13,1%) e delle restanti energie rinnovabili (+14,3%). Quest'ultimo fenomeno è da ricondurre essenzialmente ad un maggiore utilizzo del calore ambiente grazie alle pompe di calore (+18%). Anche il calore a distanza (+5,8%) e il calore da rifiuti industriali (+5,1%) hanno registrato un aumento. Persiste la tendenza a utilizzare meno oli da riscaldamento pesante (-2,3%) e coke di petrolio (-14,7%).

Maggiore consumo di oli da riscaldamento nonostante i prezzi elevati

Nonostante l'aumento dei prezzi dell'olio da riscaldamento (+ 36% circa) e del gas naturale (+ 13%), nel 2008 il consumo di questi due vettori energetici è ulteriormente salito. Ciò dimostra che il consumo di energia per riscaldare, almeno in una prospettiva a breve termine, è determinato essenzialmente dalle condizioni climatiche e, soltanto in minima parte, influenzabile dall'evoluzione dei prezzi dei combustibili. Nel 2008, il numero di giorni di riscaldamento è aumentato del 7,9%, ciò significa che nel 2008 l'inverno è stato molto più rigido rispetto all'anno precedente.
Lo sviluppo economico fa aumentare il consumo energetico

Il notevole incremento del consumo complessivo di energia nel 2008 è stato caratterizzato dallo sviluppo economico positivo: il prodotto interno lordo (PIL) è aumentato dell`1,6% (per la precisione del 2,2% nei primi tre trimestri). La crescita demografica media è stata dell'1,2% (il tasso più marcato dal 1971). Il parco veicoli a motore è aumentato dell' 1,1% e anche il numero di abitazioni non ha conosciuto rallentamenti. Questi effetti sull'economia globale hanno rafforzato l'influsso delle condizioni climatiche.

La statistica svizzera dell'energia 2008 sarà pubblicata all'inizio di agosto 2009 in versione cartacea e su Internet. All'indirizzo www.bfe.admin.ch è sin d'ora consultabile una prima sintesi.



comments powered by Disqus