Il costo di un impianto di riscaldamento geotermico

27 aprile 2009
Il costo di un impianto di riscaldamento geotermico


Clicca per ingrandire
Il riscaldamento geotermico è uno dei più interessanti sistemi disponibili attualmente, e permette di ottenere un sensibile risparmio per il riscaldamento di una casa rispetto ai sistemi convenzionali.

Spesso però si pensa che il costo per la realizzazione di un impianto di riscaldamento geotermico sia troppo elevato per giustificarne l'impiego, anche se le cose non stanno esattamente così.

Il costo per l'installazione infatti è paragonabile a quello di un moderno impianto di riscaldamento a gas o a gasolio, di buona qualità. A parità di superficie infatti i costi per la realizzazione dell'impianto sono del tutto simili, perlomeno nel caso di un impianto geotermico con sonde orizzontali. Nel caso invece si dovesse optare per la soluzione con sonde verticali, il costo sarebbe un po' più alto, ma sempre giustificabile con il risparmio ottenibile nel funzionamento.

Occorre inoltre considerare che oltre alla produzione di acqua calda sanitaria ed al riscaldamento, un impianto geotermico può anche rinfrescare la casa d'estate, riducendo ulteriormente i costi delle bollette.

Mediamente il risparmio sui consumi di un impianto di riscaldamento tradizionale a metano è del 60%, risparmio che cresce in caso di impianti a gasolio o GPL, ed è semplice farsi due conti e vedere come può essere ammortizzata velocemente l'eventuale differenza di costo iniziale.

Gli impianti geotermici sono installabili ovunque, in ogni località e ad ogni altitudine, sia in case singole con giardino che in appartamenti o condomini, con la sola necessità di utilizzare un impianto di distribuzione del calore a bassa temperatura a pavimento o a parete. Addirittura in alta montagna il risparmio ottenibile con una pompa di calore geotermica è ancora maggiore, visto che lo scarso apporto di ossigeno fa calare in modo considerevole la resa termica dei combustibili.

Con un impianto di riscaldamento geotermico inoltre non è necessario disporre di canna fumaria, nè di allacciamento alla rete del gas, eliminando inoltre costi come il controllo dei fumi per la caldaia e la pulizia, e la necessità del locale "centrale termica" per gli impianti che superano i 35Kw, oltre a sistemi di controllo fughe gas e locali dedicati.



comments powered by Disqus