Solare termico più pompa di calore: un'alternativa a basso costo

05 giugno 2008

A volte le idee più semplici portano ai più grandi risultati. Prendiamo ad esempio il riscaldamento a bassa temperatura abbinato a pannelli solari termici, una tecnologia piuttosto diffusa ma che ha alcuni limiti, perchè nelle fredde e grigie giornate d'inverno e durante la notte occorre integrare il solare termico con una tradizionale caldaia a gas o a pellet, per garantire la temperatura minima dell'acqua nell'impianto di riscaldamento.

Il progetto MXPSOL (Mosaico eXPerience SOlar Large), capitanato dal dottor Vito Lavanga, perito chimico nucleare e dottore in matematica, realizza in pratica un'idea semplice ma efficace, che si è trasformata in un nuovo brevetto dal motto “chiunque lo può realizzare”.

Il risultato finale, vi anticipiamo, è una totale indipendenza dal gas o da altri sistemi tradizionali per il riscaldamento ed il condizionamento, grazie all'utilizzo di un apompa di calore in un sistema che sta a metà fra il geotermico tradizionale ed il solare termico.

Un impianto geotermico infatti necessita di una trivellazione per ottenere un pozzo profondo fino a 100 metri, trivellazione molto costosa da effettuare. In questo pozzo si fa poi passare un tubo contenente un liquido che passa poi attraverso una pompa di calore, che ne estrae appunto il calore per il riscaldamento o viceversa, durante i mesi estivi, cede il calore raffreddandolo.

Nel caso del progetto MXPSOL invece si è creato un pozzetto termico molto più semplice ed economico, profondo solamente due metri e di 40 cm di lato. Questo pozzo è stato rivestito in cemento armato e riempito in parte con una speciale ghiaia con caratteristiche termiche particolari, e viene utilizzato come serbatoio di accumulo per d'acqua calda prodotta dai pannelli solari.

Dal pozzetto termico la pompa di calore estrae le calorie necessarie per il riscaldamento dell'abitazione, mentre d'estate il processo termico si inverte e la pompa di calore cede all'acqua il calore in eccesso, calore che dal pozzetto si smaltisce nel terreno.

Maggiori informazioni:
www.mosaicoxp.it/energy




comments powered by Disqus