Energain di DuPont, aumentare la massa termica delle case prefabbricate in legno

16 maggio 2010
Energain di DuPont, aumentare la massa termica delle case prefabbricate in legno


Clicca per ingrandire
Energain di DuPont ha ottenuto un riconoscimento nella categoria Green Awards per i prodotti o servizi ecologici al Self-Build Awards 2010. Si tratta di un pannello pensato per risolvere il problema della scarsa massa termica degli edifici moderni costruiti in legno, vetro e metallo.  Queste strutture sono soggette a rapidi e fastidiosi aumenti di calore causati dall’energia solare e richiedono sistemi di controllo costosi anche dal punto di vista del risparmio energetico.

Energain si presenta come un pannello leggero, di 5 millimetri di spessore, facile da installare dietro a muri e soffitti e che contiene un innovativo materiale a "cambio di fase".  Il sistema assorbe calore appena la temperatura della stanza raggiunge circa 22°C, rilasciandolo poi quando la temperatura scende intorno ai 18°C.  Cio’ puo’ ridurre fino a 7°C i picchi di temperatura con un notevole risparmio nella climatizzazione (fino al 35%) e nelle spese di riscaldamento (fino al 15%).

Il Self-Build Awards e’ stato organizzato da Centaur Media presso il National Home Building and Renovating Show alla fiera NEC (Birmingham, Regno Unito) nel marzo 2010.  La giuria era composta da membri della stampa specializzata nelle costruzioni e da organismi professionali come RIBA, RICS e Federation of Master Builders (federazione di mastri costruttori).

A livello internazionale, sono diversi i progetti che usano DuPont Energain. Tra questi, "Eco-Arch", esempio di edilizia privata protagonista della tv britannica nel programma Grand Designs, il liceo Hamond (Suffolk; Regno Unito), la Napier University (Scozia), il progetto Tibet Energy-Saving House nella regione dell’Everest e “Self Sufficient Home”, l’abitazione autosufficiente che l’EMPA, l’organismo svizzero per i test sui materiali ha recentemente presentato alla fiera Swissbau.  Energain inoltre e’ installato in due edifici del Building Research Establishment's Innovation Park, presso lo Stewart Milne House e nella struttura sanitaria Willmott Dixon.




comments powered by Disqus