ANIT: buoni risultati di vendita degli isolanti nel 2005

05 luglio 2006
ANIT: buoni risultati di vendita degli isolanti nel 2005


Clicca per ingrandire

Quest’anno riscontriamo un significativo miglioramento del mercato e dello scenario tendenziale in particolare dovuto a fattori concomitanti e di lunga durata.
In primo luogo l’affermarsi dell’impegno ambientale a tutti i livelli:

  • a livello planetario con gli impegni di Kyoto (che in assenza di azioni concrete rischia di costare al nostro paese ben 12 miliardi nei prossimi cinque anni),
  • a livello locale con le limitazioni al traffico e l’attivazione delle agenda 21 locali.

In secondo luogo l’aumento del prezzo del combustibile dovuto all’incremento ormai struttrale della domanda  e agli elementi di instabilità geopolitica che riducono la sicurezza degli approvvigionamenti.
Tutto questo ha comportato e comporta:

  • l’emanazione di nuove norme più restrittive
  • regole anche per gli edifici esistenti
  • la certificazione energetica degli edifici
  • regolamenti edilizi più restittivi
  • l’emanazione di leggi regionali
  • l’attivazione del meccanismo dei certificati bianchi

A questo si aggiunga che l’incremento dei prezzi immobiliari ha stimolato una richiesta più
attenta nei riguardi della qualità edilizia e conseguentemente l’applicazione diffusa delle norme sull’acustica e l’attuazione di norme sulle garanzie decennali reali.

Accanto al maggior utilizzo di materiali isolanti e di maggiori spessori di isolamento nelle nuove costruzioni, si registra un sensibile incremento dell’isolamento degli edifici esistenti in caso di ristrutturazione o anche semplicemente di manutenzione ordinaria. In questo ambito appare in grande ripresa la tecnologia d’isolamento a cappotto, per anni poco adottata in Italia.

L’ANIT stima l’incremento delle vendite nel 10% ca. con una distribuzione per tipologia merceologica che viene illustrata nella tabella allegata.

L’Associazione da parte sua ha parallelamente potenziato significativamente i servizi alle imprese del settore, agli studi professionali, alle imprese e agli utenti. L’ANIT rappresenta oggi ben 65 imprese (che costituiscono il 63% del mercato), 570 studi professionali e 60 enti pubblici. Per maggiori informazioni sull’associazione consultare il sito www.anit.it.

Prodotto

% di mercato

EPS

2 000 000

23.97

XPS

1 550 000

18.58

Fibra di vetro

1 580 000

18.94

Lana di roccia

915 000

10.96

PUR

1 600 000

19.18

sughero

95 000

1.14

Fibre vegetali

2 500

0.03

Lana di legno

250 000

3.00

PHT

150 000

1.80

Elastomeri

200 000

2.40

 

 

 

Totale mercato 2005

8 342 500

 

La rilevazione riguarda i materiali impiegati in edilizia per l’isolamento termico ed acustico delle strutture e degli impianti di climatizzazione.
Sono esclusi gli isolanti impiegati come materiale di alleggerimento delle strutture. Sono altresì esclusi i materiali isolanti destinati agli impianti industriali e agli apparecchi termici di serie.




comments powered by Disqus