Maggiore efficienza energetica con il cappotto termico Isokap di Cabox

02 agosto 2011
Maggiore efficienza energetica con il cappotto termico Isokap di Cabox


Clicca per ingrandire
Isokap è un sistema a cappotto termico prodotto da Cabox con pannelli in polistirene espanso sinterizzato standard o polistirene più Grafite superisolante, da posare sui muri esterni dell'abitazione, al fine di ridurre in modo significativo le dispersioni termiche e ridurre i consumi per il riscaldamento ed il raffrescamento dell'abitazione. Nelle case infatti il flusso termico attraverso le pareti fluisce verso l'esterno nei periodi freddi e verso l'interno nei periodi estivi. I criteri essenziali per ridurre questo naturale fenomeno sono impedire che il calore attraversi le pareti per conduzione e impedire che la parete perda calore per irraggiamento.

Il cappotto permette anche l'eliminazione dei ponti termici rappresentati da quelle zone nella struttura dell'abitazione che sono realizzate con materiali che conducono agevolmente l'energia termica (per esempio il calcestruzzo usato nelle pareti portanti) e che possono causare, oltre che ad una perdita di calore, la formazione di muffe e umidità localizzate.

La superiorità del sistema a cappotto Isokap rispetto alla tradizionale coibentazione interna realizzata con materiali isolanti posti sulla parte interna delle pareti, consiste proprio nell'eliminazione dei ponti termici. Nella coibentazione interna infatti i ponti termici, nelle vicinanze delle solette e dei pilastri, permangono comunque e possono essere  eliminati solamente agendo dall'esterno.

FASI DI POSA
Posa dei Sistemi a cappotto Isokap

1. Profilo di partenza
Posizionare correttamente in bolla il profilo di base e fissare alla muratura con n°2 tasselli al metro.

2. Pannello Isoform o Lambdapor
Impastare l'adesivo in polvere Isocem e incollare il retro del pannello con alcuni punti o con il metodo a cornice con 3/4 punti centrali. Applicare i pannelli orizzontalmente dal basso verso l'alto a giunti sfalsati, controllando che non ci sia adesivo sui bordi laterali. Incrociare i pannelli in corrispondenza degli spigoli del fabbricato. Riempire eventuali spazi tra pannello e pannello con materiale isolante. Controllare la planarità con staggia metallica da 3 metri. Rispettare i giunti di dilatazione del fabbricato.

3. Fissaggio meccanico
Dopo almeno 24 ore fissare meccanicamente i pannelli con tassello ad inserto 2 autoespandente, 4/5 tasselli a m con una lunghezza tale da garantire il fissaggio per almeno 40 mm nella muratura.

4. Rasatura del pannello
Applicare con una spatola il primo strato di rasante Isocem, spessore consigliato 1,5 mm.

5. Stesura della rete in fibra di vetro
Nello strato ancora fresco annegare la rete di armatura. Applicare un secondo strato di rasante Isocem "fresco su fresco" così da ricoprire perfettamente la rete. Sovrapporre i teli adiacenti per 10 cm circa. In corrispondenza degli angoli delle aperture di facciata (porte, finestre,...) rinforzare con fazzoletto diagonale di rete 25x35 ca. Spessore consigliato dello strato finito di intonaco sottile armato: 2,0 mm.

6. Rivestimento colorato a spessore
Applicare l'intonaco decorativo nello spessore del granello guida e lavorare con una spatola in metallo o plastica.




comments powered by Disqus