L'isolamento di una casa: nozioni di base

24 agosto 2007

L'isolamento di un'abitazione agisce come una barriera alla trasmissione del calore ed è essenziale per mantenere la vostra casa calda d'inverno e fresca d'estate.

Una casa bene isolata e ben progettata offrirà un'ottimo comfort termico durante tutto l'anno, riducendo o eliminando le spese per il condizionamento e abbassando sostanzialmente le spese per il riscaldamento.

Ovviamente il tipo di isolamento da scegliere dipenderà dalla condizioni climatiche della zona dove costruirete la vostra casa, per determinare se servirà una maggiore protezione dal calore estivo (come nei climi del sud), dal freddo invernale o da entrambi.

Le tecniche che stanno alla base di una casa passiva si applicano ovviamente anche ad abitazioni più tradizionali, per esempio se una casa non è propriamente ombreggiata il calore potrebbe passare la barriera dell'isolante creando un effetto forno. Molto importante anche eliminare completamente gli spifferi, che durante l'inverno possono essere responsabili fino al 25% della perdita di calore.

Spesso un buon isolamento termico della casa inoltre produce anche un certo grado di isolamento acustico.

Ovviamente il momento migliore per isolare un'abitazione è durante la fase di costruzione, anche se molti vantaggi si possono ottenere anche con una ristrutturazione successiva, che però - a parità di risultati - sarà senz'altro più costosa.

I prodotti per l'isolamento termico di una casa si dividono in due categorie: i materiali isolanti ed i materiali che riflettono il calore. A volte i due tipi di isolanti possono essere combinati in un unico prodotto composito. La capacità isolante di un prodotto è definita dal coefficiente R (resistenza al passaggio del calore): più alto è il valore di R tanto maggiore sarà la sua capacità isolante. Prodotti con lo stesso valore R avranno ugguali capacità isolanti.

Il coefficiente di isolamento finale scelto dipenderà dalla situazione climatica, dal tipo di costruzione e dalla volontà o meno di installare un sistema di riscaldamento/condizionamento (in una casa passiva ovviamente l'isolamento dovrà essere più alto di una casa che preveda un sistema di riscaldamento).

Occorre poi considerare che il valore di R di un materiale per l'isolamento termico varia a seconda che si tratti di un materiale isolante o di un materiale riflettente: nel secondo caso occorrerà verificare i valori di R sia per il passaggio del calore dall'esterno all'interno (definito R estivo) che dall'interno all'interno (definito R invernale). Nel caso di un materiale isolante invece solitamente i due valori sono spesso pressochè identici.

I materiali isolanti sono generalmente a base di fibra di vetro, lana, cellulosa, poliestere e polirtirene, ed il valore R dipende dallo spessore dei pannelli impiegati. I materiali riflettenti servono soprattutto a isolare dal calore radiante, e solitamente necessitano di uno spazio aerato di almeno 25mm sul lato riflettente. Di solito sono composti da una lamina di alluminio applicata su uno spessore di carta o plastica.




comments powered by Disqus