Il termocappotto cambia pelle al Centro di Medicina Rigenerativa di Modena

06 dicembre 2008
Il termocappotto cambia pelle al Centro di Medicina Rigenerativa di Modena


Clicca per ingrandire

Il termocappotto PaulinKoibenta non è solo sinonimo di risparmio energetico, ma anche di infinite possibilità compositive in architettura.

Ne è la dimostrazione il Centro di Medicina Rigenerativa di Modena, un centro all’avanguardia a livello internazionale, sia per l’importanza delle ricerche che vi si svolgono, sia per la straordinaria facciata dell’immobile: la superficie esterna a pattern, che caratterizza fortemente l’estetica dell’edificio, è stata realizzata proprio con l’ausilio del termocappotto del Colorificio Paulin.

Il Centro di Medicina Rigenerativa di Modena è un progetto innovativo e primo in Europa per concezione e dimensione: il centro si occupa della coltivazione di cellule staminali adulte per i trapianti di tessuti umani e richiede ambienti completamente sterili, spesso senza luce naturale e contatto con l’aria esterna, dove 50 ricercatori lavorano con procedure avanzate di sterilità, con alte tecnologie di impianti e attrezzature.
Per venire incontro a quest’esigenza di carattere pratico, lo studio di architettura ZPZ Partners ha progettato una facciata che nasconde dietro una pelle tutte le macchine che il centro ospita, offrendo un’immagine organica dell’edificio. La volontà di rappresentare, anche con il linguaggio architettonico, il tipo di attività svolte nel Centro, ha dato alla pelle esterna una forma a pattern, generata da formule matematiche che regolano la morfogenesi delle pelli animali.

L’immobile assume così l’aspetto di un solido con decoro a rilievo a pelle di giraffa, matrice che ha risolto l’esigenza di trasformabilità dell’edificio durante la progettazione, con la possibilità di ospitare indifferentemente una finestra, una griglia o un pannello.

Il gioco di pieni e vuoti sulla facciata è stato realizzato applicando sulla superficie il ciclo PaulinKoibenta EPS 311 (termocappotto in polistirene espanso sinterizzato), sovrapponendo, ad un primo strato, pannelli sagomati sempre in polistirene che caratterizzano l’edificio con il decoro a pelle. Le aree poligonali così create sono state colorate con il rivestimento rustico Lamato 100 Preven (antimuffa e antialga), nelle tonalità verdi e celesti della selezione colori del Colorificio Paulin.
Il risultato è di alto impatto estetico e permette di esprimere al meglio l’obiettivo delle ricerche del Centro di Medicina: il rigenerarsi della vita.


Scheda dell’intervento

Opera: Centro di Medicina Rigenerativa

Completamento lavori: 2008

Ubicazione: Modena

Destinazione: Centro coltivazione cellule staminali

Coordinatore generale: Arch. Gioia Bertocchi

Progetto architettonico, arredi e DL: ZPZ Partners

Descrizione dell’intervento: Rivestimento a cappotto realizzato con il ciclo PaulinKoibenta EPS 311 e Lamato 100 Preven

Maggiori informazioni:
COLORIFICIO PAULIN

32030 S. Lucia di Seren del Grappa (BL)
Tel. 0439 3951
Fax 0439448028
www.colorificiopaulin.com




comments powered by Disqus