Svizzera, approvati i siti per tre nuove centrali nucleari

16 novembre 2010
Sono stati approvati tutti e tre i siti per nuove centrali nucleari sottoposti all'esame dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN). I siti proposti risiedono nei Cantoni Argovia, Berna e Soletta.

I tre progetti prevedono la costruzione di centrali con reattori ad acqua leggera e una torre di raffreddamento ibrida. La potenza elettrica prevista è decisamente maggiore di quella delle attuali centrali.

In veste di autorità della Confederazione preposta alla vigilanza, l'IFSN, per ognuna delle domande di autorizzazione di massima, ha allestito una perizia in cui vengono trattate le questioni della sicurezza nucleare, della protezione contro il sabotaggio e gli atti di terrorismo, nonché quelle della futura disattivazione e dello smaltimento delle scorie radioattive. Le perizie dell'FSN sono uno degli elementi su cui si baserà il Consiglio federale per decidere in merito al rilascio delle autorizzazioni di massima.

Nelle sue tre perizie, l‘IFSN giudica tecnicamente fondati e sufficienti i dati forniti dai richiedenti nelle domande di autorizzazione di massima. I requisiti di legge sono soddisfatti, in particolare anche per quanto riguarda lo smaltimento delle scorie radioattive. La protezione delle persone e dell'ambiente dalla radioattività può essere assicurata sia durante la fase d'esercizio che dopo.

Nessuno dei tre siti ha caratteristiche tali da mettere fondamentalmente in dubbio la possibilità di costruire una nuova centrale nucleare. Nell'esaminare la documentazione allegata alle domande, l'IFSN ha tuttavia individuato elementi che richiedono ulteriori accertamenti e ne ha derivato proposte di imposizione di oneri. In particolare, l'IFSN impone ai richiedenti l'effettuazione di ulteriori accertamenti per determinare in modo più preciso il pericolo sismico dei siti. I dati ricavati dovranno essere presi in considerazione per progettare i nuovi impianti secondo criteri antisismici che tengano conto delle più moderne conoscenze scientifiche e tecniche.

Entro la fine dell'anno, la Commissione federale per la sicurezza nucleare (CSN), che fornisce consulenza al DATEC e al Consiglio federale su questioni di fondo relative alla sicurezza nucleare, si esprimerà in merito alle perizie dell'IFSN. All'inizio del 2011, i Cantoni avranno la possibilità di esprimere il loro parere sulle tre domande di autorizzazione di massima. Tutta la documentazione sarà esposta pubblicamente a metà del 2011. Le decisioni del Consiglio federale riguardo al rilascio delle autorizzazioni di massima sono previste per la metà del 2012. Tali decisioni dovranno poi essere approvate dal Consiglio nazionale e degli Stati. La decisione dell'Assemblea federale è soggetta a referendum facoltativo; sarà quindi probabilmente il corpo elettorale svizzero a dire l'ultima parola sui progetti di nuove centrali. L‘eventuale votazione popolare potrebbe svolgersi verso la fine del 2013.



comments powered by Disqus