Il nucleare a 200 chilometri dall'Italia

10 aprile 2008
Il dibattito sul nucleare sembra riaccendersi dopo anni di abbandono di questa forma di produzione energetica da parte del Belpaese.

Indipendentemente dal ritorno del nucleare in Italia, ci sono centrali a pochi passi dai nostri confini.

Il quotidiano La Provincia di Como ha pubblicato un articolo il 2 aprile scorso sull'impianto svizzero di Muheleberg, a pochi chilometri da Berna e a soli 200 dalle Prealpi italiane.

Secondo quanto riportato dal quotidiano, inoltre, nella Confederazione Elvetica sarebbe allo studio da anni un sito di stoccaggio delle scorie radioattive nei pressi del passo San Bernardino, nei Grigioni, a pochi chilometri dal confine italiano, dal bacino imbrifero dei laghi lombardi  e dalla località di Madesimo (So).

Vale dunque la pena di continuare a NON produrre energia nucleare in Italia?




comments powered by Disqus