Svizzera: presentate le proposte delle aree geologicamente adatte allo stoccaggio delle scorie radioattive

06 novembre 2008

L'Ufficio svizzero federale dell'energia (UFE) ha reso noto oggi le aree che, secondo la Nagra sono adatte dal punto di vista geologico ad ospitare un deposito sotterraneo di scorie radioattive. Si tratta di sei aree per le scorie altamente radioattive e di sei per le scorie debolmente e mediamente radioattive. La procedura di selezione che ha ormai preso avvio e che si articola in tre tappe della durata di diversi anni, prevede l'esame approfondito di queste potenziali aree di ubicazione in collaborazione con le regioni interessate e l'ulteriore restringimento della rosa delle possibili candidate. Le decisioni definitive in merito ai siti si avranno fra circa 10 anni.

Nel 1988 (per le scorie debolmente e mediamente radioattive) e nel 2006 (per le scorie altamente radioattive), il Consiglio federale ha confermato la fattibilità di massima in Svizzera di depositi in strati geologici profondi ("prova dello smaltimento"). Nei prossimi anni si tratterà di definire dove tali depositi dovranno essere realizzati.

Le regole vincolanti in base alle quali dovranno essere scelti i siti sono state definite dal Consiglio federale nell'aprile 2008 con l'adozione della parte concettuale del Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi. A questo riguardo, la parte concettuale prevede una procedura in tre tappe (cfr. anche comunicato stampa DATEC /UFE del 2 aprile 2008).

La prima tappa della procedura di selezione dei siti, che durerà circa due anni e mezzo, ha ora preso avvio: a fine ottobre la Società cooperativa nazionale per l'immagazzinamento di scorie radioattive (Nagra) ha presentato all'UFE il suo rapporto sulle aree di ubicazione idonee dal punto di vista geologico. Secondo quanto stabilito dal Piano settoriale, la scelta della Nagra si basa esclusivamente su criteri di sicurezza e sulla fattibilità tecnica. Nel suo rapporto, la Nagra documenta, valuta e motiva le sue proposte delle aree geologiche di ubicazione che entrano in linea di conto per lo stoccaggio di scorie debolmente e mediamente radioattive, scorie altamente radioattive o per entrambe le categorie di scorie (depositi combinati). Si tratta delle seguenti aree:

Aree di ubicazione idonee dal punto di vista geologico per depositi di scorie debolmente e mediamente radioattive:

    * Südranden (Cantone SH)
    * Weinland zurighese (Cantoni ZH e TG)
    * Lägeren settentrionale (Cantoni ZH e AG)
    * Bözberg (Cantone AG)
    * versante meridionale del Giura (Cantoni SO e AG)
    * Wellenberg (Cantoni NW e OW)

Aree di ubicazione idonee dal punto di vista geologico per depositi di scorie altamente radioattive:

    * Weinland zurighese (Cantoni ZH e TG)
    * Lägeren settentrionale (Cantoni ZH e AG)
    * Bözberg (Cantone AG)

Le tre aree di ubicazione del Weinland zurighese, del Lägeren settentrionale e di Bözberg entrano quindi in linea di conto per un deposito combinato (per lo stoccaggio di tutte le categorie di scorie).

La scelta non costituisce ancora una decisone in merito al sito

La scelta della Nagra non costituisce ancora una decisione in merito a uno o più siti, ma è la base per ulteriori indagini e accertamenti, sui quali i Cantoni, i Comuni, i Paesi limitrofi e le autorità della Confederazione potranno esprimere il proprio parere.
Prossimi passi

Negli scorsi giorni l'UFE ha provveduto ad informare i Cantoni e i Comuni interessati, nonché i Cantoni e i Paesi limitrofi, in merito alle scelte della Nagra, al loro significato e ai prossimi passi.

L'UFE informerà la popolazione nelle prossime settimane nell'ambito di manifestazioni nelle regioni interessate. Nel corso di tali manifestazioni, rappresentanti dei Governi cantonali, dell'UFE, della Divisione principale della sicurezza degli impianti nucleari (DSN) e della Nagra illustreranno la procedura di selezione e risponderanno alle domande dei cittadini.




comments powered by Disqus